Skip to main content

Conobbi Rossana in un locale dove organizzava un amica comune.
Una bella donna, bellissimi occhi dolci, bel fisico e sopratutto un bel culo!
Fu subito feeling, e dopo aver chiaccherato tutta la sera, le lasciai il mio numero e già l’indomani era a casa mia per pranzo…:)
Io vivevo in campagna, un posto molto isolato in periferia.
Finito il pranzo lei subito volle pulire le stoviglie ed io mentre sparecchiavo la tavola le guardavo il culo, aveva davvero un gran bel culo, era di spalle con un paio di jeans aderenti ed io di là la guardavo attraverso la porta aperta.
Entravo ed uscivo dalla cucina ipnotizzato da quel culo e col cazzo già duro.
Finito di sistemare il tutto, ci accomodammo sul divano e dopo averla baciata per la prima volta, lei con quegli occhi d’angelo sorridendo, si fiondò sul mio cazzo già pronto,
lo tirò fuori e cominciò a spompinarmi con voglia.
Mi piaceva guardarla e lei ricambiava gli sguardi sbattendosi forte il mio cazzo in gola in bocca e in faccia…ed io pensavo “ma guarda com’è vogliosa, porca e sfacciata, adesso ci penso io a te….
Le piaceva tanto il mio cazzo tutto depilato e duro, cominciò a succhiarlo allo sfinimento fino a bagnarsi tutta, la presi di peso e la misi a sedere sul divano a cosce aperte, le spostai le mutandine e comiciai a leccarle la fica calda e allagata e a scoparla pian piano, aumentando i colpi, lei urlava già di piacere, mentre il divano viaggiava per alcuni metri nel salotto, urlava e squirtava come una fontanella a me tutto questo eccitava tantissimo rendendo il mio cazzo insensibile e marmato, adesso ti faccio squirtare come una troia le dissi… ti ho già capita!!!
Di certo il felling sessuale era perfetto, mai avuto un feeling così con un altra donna, ci piaceva fare le stesse porcate. eravamo due maiali in love!
La feci girare, a pecora sul divano, le leccai per un pò il buco del culo e con le dita continuavo a farla squirtare come una porca, le piantai dentro il mio cazzo duro. Roxi cominciò a urlare di dolore mentre le tenevo i fianchi e la inculavo piano e poi aumentando pian piano il ritmo e i colpi, lei godeva come una troia e squirtava a rotazione come una fontana senza controllo,la inculavo in tutte le posizioni possibili fino alle palle e senza fermarmi mai fino allo sfinimento fisico e muscolare ma non riuscivo mai a venire!! mi era diventato insensibile, ipnotizzato e concentrato a farle il culo come nessuno mai e a sentirla urlare di piacere, lei impazziva perdeva il controllo cercava di dimenarsi per poi squirtare ancora, ricordo questa prima inculata con lei, come una cosa irripetibile, nemmeno nei migliori film porno.
L’indomani mi chiamò per dirmi che aveva gli organi interni smossi, il buco del culo rosso e gonfio come un pomodoro e non poteva nemmeno sedersi.. iniziò una storia d’amore e di sesso sfrenato che durò 12 anni.

13
5

Leave a Reply