Leggi qui tutti i racconti erotici di: a.narciso

ANNA

“vado al mare. tu che fai?”

“mammamia zia…ops Anna, come sei figa stamattina!”

“hahahaha dai non scherzare, sono anche più vecchia di tua madre”

Prendo le chiavi, la borsa, un altro bacetto al mio nipotino, stavolta innocente e veloce ed esco. Dopo poco mi accorgo di aver dimenticato il telefono sul comodino, imprecando un po’ ritorno sui miei passi e rientro in casa.

Recupero il cellulare, silenzio. Max non è più sul divano, meno male così mi raggiunge in spiaggia presto. Sento rumori nel bagno, le mie scarpe sono silenziose, mi avvicino, la porta è un po’ aperta, ma lui non mi vede, si crede solo. In piedi, con le mie mutandine tolte la sera prima sul viso, col cazzo in mano davanti al lavandino si sta masturbando. Ce l’ha duro, ogni tanto lo lascia andare per portarsi meglio il mio slippino sotto le narici, lo sento che inspira forte col naso. Il suo cazzo sta meravigliosamente dritto contro ogni legge di gravità, con la larga cappella che guarda il soffitto e non accenna a scendere. Sto porco, ecco chi aveva messo in cima alla biancheria l’altro mio perizoma il giorno prima.
Quanto mi piace sto porco però! Entro? Lo sorprendo? Magari lo metto a disagio, meglio di no. Meglio non rischiare. Guarda come se lo mena…ha un cazzo strepitoso, lo vorrei tutto, lo vorrei prendere dappertutto, oh come lo vorrei! Sento che mi sto bagnando, la sento colare, ho messo un costumino minimale, vuoi vedere che lo bagno? Infilo la mano infatti è fradicia!

Silenziosamente prendo un fazzolettino per asciugarmela cosicchè non mi debba cambiare quando sarò in spiaggia. Voglio vedere che effetto gli fa questo costume che non metto mai quando c’è mio marito perché rompe da quanto è ridotto. Continua a menarselo, ma quanto dura? Ha il fiato corto, sta per arrivare…eccolo. Spara uno schizzo potentissimo contro lo specchio davanti al lavandino, poi altri 4 o 5 e si abbandona a sedere sul bordo della vasca. Nel più assoluto silenzio mi dileguo e, un po’ turbata, con un’eccitazione pazzesca dentro, vado verso la spiaggia.

(continua)

per commenti: narciso.a@outlook.it

11
3
Autore Pubblicato il: 10 Novembre 2022Categorie: Erotici Racconti, Racconti erotici sull'Incesto, Tradimento0 Commenti

Lascia un commento

11
3