Leggi qui tutti i racconti erotici di: palpmi

Ti prego scopami!
Ti ho lasciato da qualche tempo per un altro..un tipo figo, che al momento mi piaceva ma che poi mi ha stancato subito. Sono stata una stupida a lasciarti e adesso ti rivoglio. Ho provato a farmi scopare da altri ma non è la stessa cosa’ormai la mia figa vuole solo tè.
Ti ho mandato una serie di messaggi, poi ti ho chiamato, ma tu continui ad evitarmi, dici che adesso ti stai divertendo. Allora una sera mi presento a casa tua, tutta in tiro con tutto ben in vista. Mi fai entrate e mi offri da bere. Per fortuna sei solo. Indossi un paio di bermuda e una maglietta aderente. Si vedono tutti i tuoi muscoli, il tuo bel culo e non faccio altro che guardarti il pacco.
– adesso te ne vai in giro sempre vestita così da troia?
Mi sono messa tacchi a spillo, una minigonna a pieghe cortissima, un mini mini mini perizzoma e una canottiera elastica molto scollata senza reggiseno: mi si vedono bene le mie poppe e i miei capezzoli sono eccitati quando sono entrata dalla porta.
– Dai non farmi rimanere sulle spine, non faccio che pensarti’
– Ho capito’hai voglia di scopare e sei venuta qui..ti si legge in faccia che sei in calore’
Io sono già un po’ nervosa e tu non mi stai certo aiutando, mi sono accorta che visto anche la situazione sto anche bevendo un po’ troppo, mi gira un po’ la testa e sono su di giri.
Nella mia testa un unico pensiero: Ti prego scopami!
– Dai ci divertivamo insieme, non ti ricordi?
Mentre lo dico accavallo le gambe ti faccio dare una sbirciatina. Tu sei interessato, lo vedo, ma fai il sostenuto. Sei tu il padrone del gioco.
– Si ma io mi diverto anche con le altre, e poi gli ultimi tempi te la tiravi un po’ troppo!
– Ti prego, sono disposta a tutto’.non me la tiro più’ e poi ho tanta voglia di tè!
– Da quanti ti sei fatta scopare negli ultimi tempi? 4? 5? ‘forse anche di più ..eppure sei ancora qui a chiedermi di scopare’ sei sempre la stessa!
Lo vedo che stai cedendo, io sto facendo del mio meglio, apro a chiudo le gambe, mi abbasso e poi mi rialzo, mi morsico le labbra’ ma tu me la vuoi far pagare.
E la mente lì.. Ti prego scopami!
Siamo uno davanti all’altro sui divani di casa tua, in mezzo il tavolino con le birre, le tue gambe spalancate con in mezzo l’oggetto dei miei desideri!
– vieni qui!
Scatto e mi siedo vicino a te
– Quanta voglia hai? Devi meritartela questa scopata, fammi vedere cosa ti sei messa!
Mi alzo in piedi sollevo la gonna e gli faccio vedere il mio nuovo perizzoma che dietro passa proprio in mezzo alle chiappe e davanti ha una strisciolina strettissima di velo trasparente. Mi sto bagnando senza che nemmeno mi tocchi!
– Che puttanella! Vediamo se hai davvero così tanta voglia: mettiti sul divano e masturbati che voglio godermi lo spettacolo!
– Nooo dai scopiamo ti prego!!! ( pensavo che ormai era fatta invece il bastardo vuole farmi penare)
– O fai quello che ti dico o te ne vai!
– Ok, ok ‘ mi piazzo davanti a lui’ e cerco di essere più troia che posso’ mi abbasso la canottiera e strapazzo un po’ le mie poppe, poi allargo bene le gambe, scosto il perizzoma e mi infilo tre dita nella figa ‘ e comincio a gemere..
– Ummmm’.aaaa’siii..mmm’daiiii ..daiii’ scopami’ ti prego scopamiii’ dove vuoi.. scapami dove vuoi tu’
– Sei un vero spettacolo, devo ammetterlo , di troie così non se ne trovano molte in giro! Masturbati anche il culo’
– Ti supplico daiii, ho bisogno di essere scopata! Non resisto più!
– Tappati la bocca con la canottiera e mettiti alla pecorina! Non voglio sentire le tue lamentele da cagnetta in calore.
Faccio come dice, quando mi tratta così mi fa sentire ancora più troia di quello che sono. Mi spoglio la canottiera e la mie tette ballano a ogni movimento, poi me la infilo in bocca, e mi metto a quattro zampe sul tavolino in attesa che finalmente lui mi scopi!
– Il tuo culo è sempre uno spettacolo! Che ne dici di scaldarlo un po’? se non ricordo male ti piace essere un po’ sculacciata come la bambina monella che sei!
Mentre mi sculacci godo ancora di più, immagino il mio culetto tutto rosso. Ogni tanto ti fermi, lo so che lo stai ammirando.
– Tieni, prenditi il tuo amato cazzo! Ti riempio !
E in un colpo solo mi infila il suo enorme cazzone nel culo: al momento non respiro più.. poi inizio a godere sempre di più ‘ lui spinge sempre più forte. Meno male che ho la canottiera in bocca e emetto solo dei mugolii altrimenti mi avrebbero sentito fino nell’altra via. Fino a quanto non mi sbora nel culo, poi esce..
– Puliscimelo
Mi tolgo la canottiera da bocca e lecco il suo fantastico cazzo fino a farlo diventare lucido.
– Se vuoi godere ancora usa uno dei tuoi vibratori.. adesso c’è la partita ‘magari più tardi puoi farmi uno dei tuoi pompini!

Vi prego …scrivetemi cosa ne pensate

Autore Pubblicato il: 21 Gennaio 2010Categorie: Racconti Erotici Etero0 Commenti

Lascia un commento