Leggi qui tutti i racconti erotici di: bisexferrarese

Dopo aver provato con un pompino la mia tendenza bisex, volevo provare a farmi sverginare il culetto. Avevo provato con dei dildo, ma ne volevo uno di carne. Guardo su un sito d’incontri e trovo un uomo attivo della mia zona. Qualche email, ci scriviamo cosa vuole Lui e cosa vorrei provare Io, gli chiedo se mi vorrebbe vestito da zoccoletta, visto che devo fare la donna, meglio farlo bene, ci accordiamo e lo raggiungo. Mi fa accomodare, ci spogliamo, mi infilo un paio di autoreggenti nere e un paio di sandali con i tacchi. Mi dice di raggiungerlo in camera da letto, ci vado, lo vedo seduto sul letto, nudo, il suo uccello è già duro, mi inginocchio, lo lecco e lo succhio, è bello duro nella mia bocca, lo bagno per bene, lo lavoro bene. Mi chiede se lo voglio nel culo, annuisco, mi fa distendere sul letto e incomincia a leccarmi il buchetto. intanto gli sego il cazzo. Smette per infilarsi il preservativo, intanto prendo il lubricante e mi lubrifico l’interno del culo, poi un po’ gliene metto sul cazzo, lo sento duro, pronto a prendermi. Mi metto a pecorina, sento che con una mano mi allarga le natiche e con l’altra punta il suo cazzo, sento la cappella entrare, poi con un colpo me lo mette dentro facendomi fare una smorfia di dolore, mi prende per i fianchi e incomincia a muoversi, ma mi fa male a ogni spinta. Glielo faccio togliere, e mi metto altro lubrificante e gliene metto anche sul suo cazzo. Mi rimetto a pecorina e stavolta entra meglio, incomincia a stantuffarmi il sedere. Lo sento andare su è giù, mi piace, mi tiene per i fianchi, allungo una mano e gli massaggio le palle piene. Cambiamo posizione, mi metto a pancia in su, sollevo bene le gambe per facilitargli l’entrata, vedo che si prende il cazzo con la mano e me lo punta, me lo mette tutto dentro, ormai entra benissimo, incomincia a muoversi, su e giù , mi tiene le gambe, anche per prendere più spinta, incomincia ad accelerare i suoi colpi, sento il suo uccello ingrossare dentro di me, vedo la sua faccia. sta godendo, mi da gli ultimi colpi intanto che le ultime gocce di sborra riempiono il preservativo. Toglie il cazzo dal mio culo e si toglie il preservativo, è in ginocchio sul letto, mi avvicino con la bocca e gli pulisco l’uccello, il sapore di sperma mi piace, intanto mi infilo un dito nel culo rotto, lo sento aperto e penso che come prima volta mi è piaciuto molto. Ci ricomponiamo, e me ne torno a casa.

7
4
Autore Pubblicato il: 19 Luglio 2021Categorie: Racconti Gay0 Commenti

Lascia un commento

7
4