;

Sorella Maggiore capitolo 2

579 0

La scuola era finita ma secondo voi dopo il mio intervento lo hanno lasciato in pace mio fratello?

Le cose sono peggiorate, il mio intervento ha fatto si che mio fratello fosse ancora più bullizzato di prima con insulti anche sul mio conto sul fatto che la sorella gli ha leccato le palle a tutti che siamo tutti una famiglia di sfigati.

Mio fratello esce in giro con quei soggetti, nonostante sia sottomesso da loro, sfottuto deriso, giocano a calcetto e altro, un giorno è tornato a casa dicendo che aveva litigato con loro, mi ha detto che gli hanno detto che hanno le mutande di sua sorella, che faccio bene i pampini e che ho la fica calda e aperta. 

Allora lui per difendermi ha preso le botte, poi hanno preso di mira pure me e adesso fanno i bulli con me colpa di un piccolo video che mi hanno girato alla mia insaputa mentre leccavo il cazzo a Manuel negli spogliatoi, mi hanno mandata un sms con su scritto che se ci tenevo a non far sapere ai miei genitori come laccavo bene i cazzi dovevo andare allo spogliatoio abbandonato di pomeriggio.

Io nonostante fossero dei ragazzini non potevo tirarmi in dietro se veramente avevano questo video ero nei guai e non sapevo cosa fare.

Mi sono presentata agli spogliatoi abbandonati alle 17.00, li ho trovato Manuel e altri due del gruppetto, ero vestita con una mini di jeans, una maglietta, e le ballerine, mi stavano aspettando, ho chiesto di vedere il video e loro mi hanno accontentata.

Guardandoli in faccia gli ho detto…Ma voi che volete da me?, e Manuel mi ha risposto…niente, ci vogliamo divertire un po, a noi ripiacciono queste esperienze.

Non sapevo che fare, ero praticamente caduta in una rete, ero andata a difendere mio fratello e mi ero cacciata in questo guaio, io a 18 anni con dei ragazzini di 4 anni più piccoli di me.

Si sono tolti il cazzo di fuori tutti e tre e Manuel mi disse…dai Fede, prendili in mano che tanto non ci vede nessuno, neanche quel fallito di tuo fratello.

…Quel video deve sparire altrimenti mi rovinate…

E Manuel…tranquilla facci divertire che lo cancelliamo.

Presi due cazzi in mano uno in una mano e uno nell’altra. 

Poi Manuel mi ha voluta baciare, non volevo ma lui si è avvicinato a me faccia e faccia e ha iniziato baciarmi infilandomi quella lingua tutta in bocca a esplorarmi, mentre con le mani masturbavo gli altri due.

Poi mentre mi baciava Manuel ha infilato la mano sotto la mia gonna nelle mutandine, a quel punto mi sono ribellata ho detto…no non voglio no…e Manuel…daiii che l’altra volta te l’ho fatto pure.

E ha affondato un dito nella mia fica mentre ha ripreso a baciarmi con quella lingua che nella mia bocca andava dappertutto, mi vergognavo sentivo le guance rosse, poi gli altri due…vieni qua vieni qua.

Ci stava un materasso buttato la a terra, io…no dai che schifo.

E loro ,,,dai che stai più comoda.

Mi inginocchiai su quel materasso schifoso e Manuel ha voluto che gli succhiassi il cazzo a tutti e tre a turno.

Mentre ero inginocchiata uno di loro da dietro mi ha sceso le mutandine mettendomi un dito nella fica e io col fiatone, bagnata succhiavo il cazzo a Manuel che mi diceva …brava Fede tu ci devi succhiare il cazzo come faceva tuo fratello l’anno scorso.

A quelle parole mi venne la pelle d’oca, non ci volevo credere che lo avessero sottomesso a quel punto.

Poi di nuovo la sua voce..togliti la gonna dai…e io…perche?…toglitela dai che ci divertiamo.

Mi alzai in piedi, mi sono tolta la gonna, le ballerine e le mutandine come volevano, con mio sommo schifo accettai di coricarmi la sopra, Manuel mi prese le gambe dalle caviglie tenendomele alte e unite e si è abbassato per leccarmi la fica mi vergognavo gli dissi …nooo daiii, ma lui mi ha dato due leccate alla fica e poi rivolto agli amici disse…dai leccategliela pure voi  ahahah è salata ahahah…a quel punto un altro, mentre Manuel mi teneva sempre dalle caviglie le gambe alzate , l’altro mi ha leccata pure la fica, dicendo in modo esaltato e ridendo…ahhhh che sa brutta ahahah che sapore brutto ahahah …e Manuel ridendo disse all’altro ragazzo…leccagliela pure tu…e l’altro disse …no che schifo è tutta sporca…e Manuel rispose…che sporca coglione ahahah quella è ricottina…mi era colata tutto un liquido bianco dalla fica, e quel ragazzino disse…ma che ricotta questa non si lava…

Allora dopo il rifiuto di quel ragazzino a leccarmi la fica Manuel mi ha liberata le caviglie e mi mise due dita nella fica a gambe aperte e ha iniziato a masturbarmi davanti agli altri due bulli, mentre quello che non ha voluto leccarmi la fica si è inginocchiato sulla mia faccia dicendo…a me le palle mi devi leccare che mi piace…e io gliele leccavo mentre gemevo per quella masturbazione, poi Manuel fece spostare gli altri due e si è coricato sopra di me mettendomi il cazzo nella fica e iniziando a scoparmi mentre mi guardava in faccia gemere io dicevo…ahhhh mmmm pianoooo ahhhh ahhh ahhh…a ogni colpo e poi uno sputo improvviso sulla mia faccia che mi fece restare a bocca aperta, un attimo di titubanza e carica di rabbia, dissi…no no questo no vaffanculo vattene lasciami, mi sono alzata di colpo cercando le mutandine e la gonna ma loro dicendomi…ma no fede dai è un coglione lascialo stare dai divertiamoci dai…e Manuel …lasciatela andare che stasera vedi il video dove lo mando…e gli altri…dai Fede non te ne andare daiii…mi sono lasciata convincere dopo un attimo di pausa, e sono ritornata sul materasso inginocchio, a quel punto Manuel mi fece mettere a 4 zampe e riprese a scoparmi in quella posizione, mentre io ancora con quello sputo in faccia mi facevo scopare e da dietro Manuel di capo uno schiaffo in faccia e io..ahia bastardo basta mene vado…questo è per lo schiaffo che mi hai dato l’altra volta.

mi vergognavo a essere sottomessa a dei ragazzini ma ero tutta colata, in quella posizione Manuel non è durato molto e ha fatto intendo a tirare fuori il cazzo dalla mia fica schizzandomi sulla fica e sul buco del sedere.

L’amico che doveva scoparmi gli disse…ma che coglione l’hai sporcata tutta che schifo che devo sporcarmi con la sbarra tua…ma prese a scoparmi pure lui in quella posizione, sentivo il cazzo di quei ragazzini bulli dentro di me duri come una pietra, ma lui voleva scoparmi come Manuel e mi fece mettere schiena sotto con le gambe larghe e mi prese a scopare in quel modo ma anche lui, cinque minuti e ha tolto il cazzo schizzandomi sulla pancia e poi la voce di Manuel …tocca a te luca sfondala…Luca era quello più dotato dei tre, quando mi è entrato l’ho sentito tutto, era quello che non mi ha voluto leccare la fissa, mentre mi scopava diceva lavati la fica la prossima volta, poi prese a pompare più veloce e a un tratto si è fermato con quel cazzo da ragazzino duro come un tronco di legno dentro di me fissandomi in faccia e di colpo anche lui uno sputo in faccia sotto le risate di Manuel che disse…vaiiii grande ahahah…pure Manuel si chinò su di me e mi sputò di nuovo in faccia e questa volta anche se incazzatissima non ho detto niente, sapevo che avevano quasi finito, luca tolse il cazzo dalla mia fica e mi disse…leccalo zoccola dai… e di colpo uno schizzo di sperma in pieno volto e poi un altro e un altro ancora con le risate degli altri due bulli che dicevano…ahahah che zoccola ahahah guarda che fissa aperta ahahah.

In silenzio mi sono alzata cercando le mutandine tutte arrotolate su loro stesse, cercando di srotolarle il più veloce possibile per rimettermele, mi rimisi la gonna, non avevo fazzoletti di carta non sapevo come pulirmi la faccia sputata e sbarrata, decisi di farlo con le mani anche se è servito solo a spalmarmi quella sbarra di più su tutto il viso e le mani sporche non sapendo dove asciugarmele le strofinai sulle mie cosce, mi sono rimessa le ballerine che dalla fretta una non riuscivo a metterla e per la vergogna e la paura che qualcuno di altri ragazzini potesse venire in quello spogliatoio a farsi una canna e vedermi la tutta sporca, dissi a manuel…mo lo cancelli quel cazzo di video? E lui…lo cancello lo cancello ma prima te lo devo mettere nel buco del culo Federica… e io…no dai non fate gli stronzi lo devi cancellare…e lui tranquilla che lo cancello ma non innervosirti che non stai parlando con quel coglione di tuo fratello, vattene  che lo cancello…

Me ne sono andata incazzata mentre uscivo dallo spogliatoio sentivo le loro risate che dicevano…che fissa aperta sta zoccola ahahah gliel’abbiamo fatta rossa …e la voce di quell’altro che diceva…si ma si deve lavare sta cogliona.

P.s. la mia mail se volete scrivermi è federicacozza2000@libero.it

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.