;

Da playboy a zerbino part 3

369 0

Da playboy a zerbino part 3

Arriva il giorno della partenza, tutti gli amici si incontrano in aeroporto avendo tutti lo stesso volo, zona checkin arriva Ivan con gli altri amici, dopo un po’ si presenta Marco e dall’altro lato delle entrate arriva Margherita e la sua amici Angelica. 

Margherita abbraccia Marco entusiasta, lo bacia in bocca come una normalissima coppia fa, anche Marco sembra divertito dalla cosa, in questa settimana ha metabolizzato che per una settimana sarà il gigolò delle due amiche e alla fine una esparienza che lo eccitava buttandosi alle spalle il rimorso di non poter più fare il viaggio con i suoi amici. 

Angelica invece punta Ivan, lo abbraccia forte. Ivan quasi intimidito abbassa lo sguardo e la saluta, ciao Angelica. 

Marco: ehi angy, meglio che non ci provi, il mio amico sta per incontrare una bella spagnola, o almeno credo sia spagnola, ne fa mistero Ivan

Angelica: ma davvero? Oooh che delusione, e io che pensavo che venisse con noi, vabbè Ivan, prima o poi ti avrò, sappilo, e quando avverrà cadrai ai miei piedi supplicandomi di amarmi ahaha, dai scherzo non fare quella faccia,oh forse no? ahaha 

Le due ragazze ridono anche Marco accenna un sorriso, aveva intuito le intenzioni di angelica, passare una settimana a 4 con 2 coppie Margherita e Marco e Ivan e Angelica solo che per fortuna Ivan è impegnato e quel triangolo sex non è stato intaccato,passare un’esperienza a tre lo intrigava molto. 

Ivan invece per quella battuta sembra imbarazzarsi, e accenna un sorriso. 

Pronti al volo, si parte! I ragazzi si sistemano sui posti assegnati, chi dorme, chi ascolta musica con le cuffiette, chi legge un libro. 

Ed ecco, si atterra ad ibiza, l’isola ambita di tutti i ragazzi di quella età, gli amici di marco cominciano a cantare, a festeggiare, 

Eh vai raga pronti a divertirci? Pronti ad andare a caccia di turiste? Eh vai! 

Marco si gira dal suo posto, li guarda e ride, con invidia e voglia di seguirli, lo stesso fa Ivan. 

Marco si rigira e Margherita seduta accanto a lui. 

Margherita: si divertono gli amichetti? Come non capirli, fanno bene, peccato Marco che tu vivrai un’altra esperienza. 

Marco: beh sicuramente, vedremo se sarete all’altezza per farmi vivere questa bella vacanza. 

Margherita: sarete… ? Ah si scusa, io tu e Angelica, certamente, Cmq puoi sempre seguire i tuoi amici se la cosa non ti interessa, farai la tua bella vacanzina, di divertirai una settimana, e poi ritornerai nella nostra scuola, beh tutti ti guarderanno e rideranno, magari anche i tuoi amici stessi che ora ti ammirano e si divertono ti prenderanno per il culo e ti emargineranno. E per un po’ ci sarà di che parlare nelle chat di whatsapp con le fotine di Marchino. 

Marco ammutolisce, volge lo sguardo a terra come a rassegnarsi. 

Marco: no ma che, io rispetto le mie promesse, sarò al vostro servizio, d’altronde è una penitenza buona a parte le minacce. 

Margherita: le promesse? Non hai scelta vermante più che rispettare una promessa. 

Beh e Cmq se è buona o no sono punti di vista. Tu credi che sia buona? 

Marco: un triangolo è sempre buono, e come si dice 2 è meglio che one. 

Margherita: non ricordi un particolare marchino, ancora dobbiamo dare le pagelle, promosso sarò buona bocciato sarò cattiva. 

Marco: non mi spaventa nemmeno il cattivo. 

Dice marco con aria da macio. 

Margherita: ok Marchino, su scendiamo che vedo ti sta crescendo la mazza, vuoi uomini non riflettete mai con la testa ma sempre con quel coso. Poi un giorno lo capirai ahaha 

Mentre i due si alzano per avviarsi nel corridoio passa con la sua valigia in mano Angelica. 

Angelica : ehi Marchino? Come va? Ti sei comportato bene in questi giorni? Altrimenti sculacciate ahahah

E va via, Marco ancora una volta si vergogna e sta zitto, diventa rosso e si avvia verso l’uscita. 

Gli amici di Marco prendono il bus e si avviano verso il loro hotel, restano in aeroporto Marco, Margherita, Ivan e Angelica. 

Marco: ivan cosa fai ancora qui? Non ti avvi? 

Margherita: no marco, diamo noi un passaggio a Ivan. 

Marco: noi? E come? 

Margherita: semplice, io e angelica abbiamo affittato un’auto per poterci spostare tranquillamente e poter andare in tutte le più belle spiagge di ibiza, dove i bus di linea non arriverebbero mai. 

Sarebbe un vero peccato non visitarle. Ma voi non vi siete informati prima di viaggiare? 

Marco: no, tanto c’eri tu che hai organizzato tutto

Angelica: Ma proprio tutto tutto ahaha. 

Ok dai muoviamoci, dobbiamo andare un appartamento prima che chiudono il checkin, io e Ivan andiamo a ritirare l’auto. 

Margherita: ok vi aspettiamo. 

I due si avviano, angelica sembra essere felice, non sta più nella pelle, e sculatta andando via verso il noleggio auto. 

Margherita: ehi ti sei ipnotizzato per il culo di angy? 

Marco: non è male, per caso sei gelosa? 

Margherita: perché dovrei esserlo, come dici tu adesso inizia la nostra passion day marchino ahahah 

Marco: Ivan come mai è con noi? Per caso alloggia da noi? 

Margherita: no no, gli daremo solo un passaggio, loro ci accompagneranno a casa, dopo di ciò Angelica accompagna Ivan nel suo segreto nido e ci raggiungerà nuovamente a casa. 

Come mai fai queste domande? Non vuoi Ivan tra i piedi? È il tuo migliore amico, anzi d’avventura di scopate ahaha 

Marco: no no, non è questo è che, beh siamo noi tre, soli e poi hai affittato un appartamento addirittura, come mai? 

Margherita: io ho come la sensazione che ti vergogni se il tuo amichetto potesse vedere qualche stranezza e possa indagare sul perché Marchino è così abbediente a me e angelica no? Hai paura che sappia del video? 

Marco : eh ovvio che non vorrei sapesse nulla, dopo questo viaggio dobbiamo cancellare tutto. 

Margherita : ma è il tuo migliore amico, non ti giudicherebbe, anzi sono convinta che ti potrebbe sostenere. 

Marco: non se ne parla, questi video vanno cancellati e lo sapremmo solo noi. 

L’argomento è chiuso. 

Piuttosto non hai risp alla mia domanda, perché un appartamento e non una stanza di hotel. 

Margherita: va bene va bene non ne parliamo più ahaha (dice Margherita con aria dominante) Cmq il perché dell’appartamento? , beh l’appartamento è più comodo, non abbiamo orari, possiamo fare chiasso perché non ci ascolterebbe nessuno e siamo un pochino isolati, non è proprio un appartamento ma una piccola villettina con un giardino e una meravigliosa iacuzzi. 

Marco: ma quanto cavolo l’hai pagata? Non è eccessivo? 

Margherita: beh si, ma ha pagato la carta di papà ahaha, quindi no problem, mi sono innamorata di questa casuccia perché è perfetta per i miei piani,ehm cioè per noi tre Marchino. 

Marco: oh beh la vacanza inizia con una buona piega ahaha. 

Arrivano con una 500 cabrio Angelica e Ivan, Angelica guida sempre sorridente e felice, sembra quasi un’altra, Ivan al contrario con aria preoccupata, Marco lo nota e dopo essere salito in macchi nei posti posteriori angelica si avvia. 

Marco: ivan sei in vacanza, che faccia da funerale che hai? Sei in tensione per la tua nuova fiamma? Ahaha hai paura di fare cilecca? Ahaha 

Ivan: si si sono così perché sono in tensione, non voglio fare brutte figure. 

Angelica: si Ivan, lo sappiamo, tu sei un calcolatore, deve essere tutto perfetto, non preoccuparti che anche questa volta sarà perfetto. 

Marco : angelica vuoi sabotargli la vacanza ma sopratutto l’incontro con questa ragazza? 

Angelica : no no, assolutamente, noi donne siamo pazienti, aspetterò il momento propizio, d’altronde Marco, anche tu hai dato di tua spontanea volontà una seconda occasione a Margherita no? Lei è stata paziente fin quando hai scoperto di amarla ahaha 

Anche Margherita ride a crepa pelle. 

Marco un po’ meno, fa finta di sorridere ma non vuole fare insospettire Ivan che si gira per incrociare il suo sguardo.

Marco suda, sente caldo e cerca di cambiare discorso. 

Marco: angelica metti un po’ di musica su, mi sto annoiando. 

Angelica: certamente capo, ai suoi ordini, questa è di suo gradimento? 

Marco: mh la musica fa schifo, ma il capo mi è piaciuto. 

Angelica: eh ti piacerebbe comandarmi marchino, vero, ma qui comanda solo Margherita. 

Margherita: ahaha no no anche tu sei mia collega cara anzi sei peggio di me. 

I ragazzi dopo aver attraversato gran parte della state lungo la costa dell’isola cominciano ad avviarsi in una stradina sterrata in mezzo le campagne, proprio come indicava il navigatore, attorno c’erano solo campi coltivati e fieno. 

Marco: siete sicuri non sia stata una truffa questa villetta? Qui è tutto deserto, dov’è la movida? 

Margherita: no no c’erano molte recensioni e tante foto della villa. Non penso ci abbiano fregati. 

Angelica: spero di no, ma ancora il navigatore mi fa proseguire. 

Marco: ehi vedo qualcosa lì, finalemte un prato verde dopo tutta questa paglia. 

L’auto si addentra presso due grosse colonne e un cancello gigante, un vialetto che porta direttamente al piazzale della villetta, il giardino è ben curato, la villetta è molto piccola, sembra essere una casa prefabbricata piazzata lì e arredata.

Si avvicina un uomo, una persona ben vestita, ha circa 40 anni e non parla per niente l’italiano. 

Javier: ciao a tutti ragazzi e benvenuti ad ibiza.

Dice javier in inglese.

I ragazzi salutano scendono dall’auto. 

Javier parla con Margherita, l’unica a parte Angelica a saper l’inglese molto bene 

Angelica: ragazzi voi pensate a sistemare tutto, io adesso accompagno Ivan e arrivo. 

Javier accompagna i ragazzi alle spalle della villa, dove si vede una bellissima vetrata con un bellissimo salone moderno, la veranda e il salone sono separati da questa grande vetrata che aprendosi crea un open space, nella veranda con il pavimento in legno c’è la iacuzzi interrata,pulita e sistemata, accompagna i ragazzi stupiti e compiaciuti verso l’interno. 

Una cucina con isola, lungo il corridoio due bagni, una con vasca e altra con doccia sensoriale, sauna e bagno turco. Ancora lungo il corridoio mostra una camere da letto matrimoniale. 

Nel corridoio si intravede un’altra stanza ma javier non la mostra e la stanza è chiusa a chiave. 

Marco: ma scusa in quella stanza che c’è? 

Javier non capisce. 

Margherita chiede cosa ci fosse. 

Javier: in quella stanza c’è un’altra camera con letto singolo, voi mi avete detto che non serviva per risparmiare è corretto? 

Margherita: oh si, proprio così.

Marco: che ha detto? 

Margherita: niente dice che li tengono il ripostiglio, stracci, lenzuola ecc.. 

Marco: ma scusa io pesavo ci fosse un’altra stanza? 

Margherita: Marchino ti devi adattare, ho pagato tutto io e ti lamenti pure? Non vedi che c’è il divano, credo sia divanoletto. 

Magari non ne hai nemmeno di bisogno, possiamo stringerci nel lettone no? In tre ci entriamo sicuro. 

Esclama Margherita sorridendo e accarezzando il volto di Marco. 

Javier saluta e va via con la sua moto.

MARCO:WOWOW che casa strafigaaa. Guarda che cucina? Mh mentre tu sei seduta qui su questo piano io potrei allegarti le gambe e.. 

Margherita: Marco siamo appena arrivati, calma i tuoi bollenti spiriti e rilassati 5 min, non sei stanco del viaggio? 

Marco: oh si, sai che ti dico, vado a farmi una bella doccia sensoriale, ci vuole proprio. 

Marco apre la valigia e prende il cambio, un costume e una maglia. 

Margherita: ma che fai? Ti porti il cambio? Hai paura di essere visto nudo mentre cammini per casa? 

Marco: paura? Già mai, metti viene qualcuno? 

Margherita: siamo in mezzo al deserto, chi vuoi che venga? Solo angelica rischia di vederti il pisello, e già lo conosce bene dopo l’altra sera. 

Marco: shhhh zitta!!! 

Margherita: ma non c’è nessunoo non vedi? Che piscialetto sei? Paura di farti vedere l’uccello e complessato se qualcuno a miglia di distanza mi può sentire. 

Marco: ah si? Piscialetto io? To vedi. 

marco leva la maglia sudata per il caldo e il viaggio, si sfila le sue converse toglie le calze, sfila i jeans, si gira e sfila giù gli slip e mostra a Margherita il suo culetto mentre schiappetta verso il bagno. 

Margherita manda subito un messaggio ad Angelica. 

Procede tutto come i piani, puoi venire immediatamente. 

Passano soli 5 minuti ed erriva Angelica con la sua auto, questa volta senza Ivan, ancora gioiosa, Margherita carica tutta la. Roba di Marco in macchina compreso gli indumenti sporchi che aveva lasciato, Angelica va via sgommando. Margherita entra dentro la villa, si toglie i vestiti e sotto indossa il costume,si avvia verso la doccia. 

Marco sente aprire la porta e vede Margherita, che si ferma sulla porta e raccoglie i suoi vestiti, guarda marco con aria provocate, si morde le labbra. 

Sussurrando dice a Marco

Margherita: quel culetto schiappettante mi ha fatto già venire voglia. Ma mentre aspettiamo Angelica possiamo cominciare noi se ti va? Che dici? 

A Marco gli si è drizzata subito l’asta da 22 cm che punta Margherita, se lo mena, e con la mano apre il vetro del box doccia e la invita ad entrare. 

Margherita entra lo seduce, gli toglie le mani dal cazzo e le avvolge con entrambe le sue mani, una tiene l’asta e l’altra accarezza le palle di marco, lui la bacia, le palpa la sua abbondante quarta Margherita strofina l’intero corpo su quello statuario di marco, comincia ad anzimare, porta il cazzo duro tra le sue gambe ed oscilla, masturba marco con le sue cosce, con l’altra mano da dietro il sedere spinge in cappella di marco verso su, verso le chiappe, Marco è in estasi, ad un tratto l’afferra dai fianchi e lei incrocia le gambe dietro di lui marco le sposta il costume e con le dita la stimola, le infila il dito nella figa e stimola il clitoride, Margherita le stringe le tette in faccia abbracciando dal collo, scende da sopra di lui e sempre menandolo si guarda marco negli occhi, mentre lo punta comincia a sorridere e inginocchiarsi lentamente, mena il cazzo di marco con entrambe le mani avvicina le sue labbra guardando sempre parco, sorride e di botta si rialza. 

Margherita: eh no marco, non possiamo giocarci tutte le carte ora, pian piano, abbiamo sette giorni. 

Marco: ma dai marghy non puoi lasciarmi così, il cazzo mi sta scoppiando. 

Margherita: Aspettami qui marco, rilassati ancora che sto arrivando. Così nell’attesa arriva pure Angelica. 

Margherita mentre lo dice da le spalle a marco e si avvia verso la porta, si ferma un attimo e slaccia il pezzo di sopra girando solo il viso e sorridendo a marco fa cadere il costume a terra va e chiude la porta. 

Marco non sta più nella pelle, gioisce e festeggia nella doccia canticchiando. Margherita ha delle manette nella sua valigia e degli occhialini da piscina oscurati, li prende e li prepara nella camera da letto, li mette dentro il cassetto per nasconderli da Marco. 

Continua…. 

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.