Giulia, settimana 1

Tre abiti giacevano distesi sul bancone accanto alla cassa mentre la ragazza li osservava incerta, accarezzandoli uno a uno. Appena era entrata in negozio avevo capito di avere il vestito perfetto per lei: era arrivato con la consegna del mattino e, anche se togliendolo dalla confezione mi era sorto qualche dubbio sul modello, quando lo provò capii di aver fatto centro. Era arrivata alle 18.45, trafelata, sapendo che da lì a poco avrei chiuso la saracinesca. Aveva passato i primi secondi a scusarsi perché non voleva farmi ritardare. La trovai subito bellissima, sarà stata la piega sorridente di quelle labbra [...]