Leggi qui tutti i racconti erotici di: Max Fox e Signora

“Tesoro ricordi Jamal, il ragazzo africano che conoscemmo qualche tempo fa ad Amsterdam durante uno dei nostri week and ?”

“Certo che me lo ricordo, se non sbaglio eravamo al Pinki per vedere uno spettacolo hard dal vivo; ti vide seduta lì con me e ti invitò sul palcoscenico. Che serata, ricordo i tuoi gemiti e gli applausi della platea alla fine dello spettacolo. Eri stremata. All’uscita tutti volevano farsi una foto con te e in hotel facemmo l’amore tutta la notte, ricordo la tua patatina larga larga e arrossata; aveva un sapore buonissimo, mi chiedesti di penetrarti tenendo addosso la cinturina di castità. Ti amo cucciola.”

“Bravo, proprio lui. Mi ha scritto che è qui in città e che se vogliamo ci si potrebbe incontrare per giocare un pò”

“Capisco, mi sembra una buona idea, tu cosa ne pensi ?”

“Cosa ne penso ? Voglio farti sentire, vieni qua e appoggia la mano sul mio fiorellino;”

“Amore ma sei bagnatissima”

“Inginocchiati e puliscimela bene da tutti gli umori, poi penetrami con la lingua; voglio parlarti”

“Si tesoro, agli ordini”

“Bravo cucciolo, mi piaci quando sei obbediente e fai il tuo lavoro di maritino devoto e cornuto.”

“Grazie a te padrona, hai un sapore buonissimo, posso leccarti anche il buchino del culetto mentre parli?”

“Certo amore, sei un bravo bambino. Mi piacerebbe se avessimo un altro figlio; vorrei allargare la nostra famiglia e sarei felice se potessi portare in grembo un mio cucciolo dalla pelle nera. Tu, amore, non sei capace a mettermi incinta perché il tuo bastoncino è troppo piccolo per la mia patatina e quando schizzi le tue poche gocce di seme non fanno in tempo a raggiungere le mie ovaie. Bravo amore mi stai leccando benissimo… la lingua infilala anche nel culetto che mi piace tanto. Dicevo, cucciolo, tu non sei in grado di fecondarmi quindi vorrei che chiedessi a Jamal se mi ingravidasse. Lo farai per me, amore mio ?”

“Mmmmm mmmmmm che buona che sei amore, continui a buttare fuori umori caldi e dolci… il tuo culetto è più largo del solito… hai fatto qualche cosa ?”

“Roberto, il mio capo, nell’ultima settimana ha preteso che indossassi il tappo anale col brillante che mi ha regalato per San Valentino e questo mi sta dilatando il buchino; quando indosso le mie mini, quelle che ti piace tanto vedermi addosso, spesso davanti ai clienti me le alza per mostrare il mio culetto tappato; è molto eccitante, sopratutto quando lo fa davanti ad estranei. Ti va di domandare a Jamal di ingravidarmi?”

“Amore, se partorirai un figlio nero tutti sapranno che sono un cornuto e tu una troia;”

“E questo non ti eccita amore mio ?!”

“Si, tantissimo amore. Lo farò, chiederò a Jamal di metterti incinta”

“Bravo cucciolo, sei il mio amore. Non vedo l’ora, Jamal quando gode butta fuori tanto di quel seme che se non si sta attenti ci si annega. Ricordo quando glielo presi in bocca, inginocchiata davanti a lui e con tutte le persone della sala che mi guardavano, ha un bastone enorme, lungo come il mio avambraccio e largo come una bottiglietta di acqua… solo la sua cappella mi ripiva la bocca ma sentirlo fino in gola fu la sensazione più libidinosa mai provata. Ricordo gli sguardi delle moglie in platea, tutte vogliose e i mariti tutti maiali. Esponevo il culo, mi vergognavo moltissimo ma i miei umori colanti mi tradivano. Ricordo anche te, lì che mi guardavi, sorridendomi e mimando con le labbra “ti amo”. Che dolce che sei amore. Adesso scopami con le dita fino a farmi squirtare e quando senti lo squirto che esce attaccati con la bocca e bevi tutto, brutto porco.”

“Si padrona, agli ordini amore mio.”

“Bravo bambino, quando avrai finito ti darò il numero di Jamal per accordarci. Mmmmmmmmm ahhhhhhhh siiiiiiiii bravo maiale dal cazzetto piccolo continua così… siiiiiiiii bravo cornuto fammi godere e ricordati che sarai il papà di un bambino nero, tutti sapranno che razza di cornuto sei. Ecco ecco… siiiiiiiiiiii…. Attaccati maiale…. Bevi il mio sapore…. Siiiiiiiiiiii…. Bravissimo amore. Adesso fatti una sega, lì, così come sei messo, mi piace molto vederti segare il cazzetto; dai maialino… bravo… che cazzetto duro che hai…”

“Godo amore, godo…”

“Di già… sei proprio un cormnuto. Bravo amore schizza il seme tutto fuori. Bravissimo. Adesso vai a lavarti, io ti prendo il numero di Jamal. Aspetta, dammi un bacio. Ti amo cornuto.”

“Ti amo Amore mio”

By Elena Fox

Di recente mi sono tatuata i piedi, se avrai voglia di vederli ti invito a visitare il sito www.maxfoxesignora.com

www.maxfoxesignora.com

3
7
Autore Pubblicato il: 30 Maggio 2022Categorie: Erotici Racconti, Voyeur0 Commenti

Lascia un commento

3
7