;

Da playboy a zerbino

Da play boy a zerbino.

Questa è la storia di Marco,un ragazzo che fa girare la testa a tutto il liceo, alto 1,85 fisico più che scolpito, una statua di marmo, moro, carnaggione scura, capelli in media altezza con un ciuffo che risalta il suo fantastico viso dai lineamenti particolari, ed oltre al suo fantastico aspetto fisico Marco ha un carisma che conquista le donne anche con un solo sguardo e viene ammirato dai suoi amici e compagni di scuola per queste sue capacità seduttive.

Ma un giorno la sua vita verrà stravolta per colpa di due ragazzine,Margherita e Angelica.

Margherita è stata fidanzata di Marco per sei mesi, una grande conquista conoscendo Marco, ma si era illusa che Marco si sarebbe potuto innamorare di lei, una ragazza molto bella, capelli lunghi biondi, fisico da modella, alta quasi quanto Marco, occhi azzurri e carnagione chiara, una 4 di seno, si somigliava parecchio con la sua amica del cuore Angelica, solo poco più bassa ma anch’essa una che faceva girare la testa a tutti i liceali e non.

Margherita non ha mai potuto digerire il tradimento di Marco, che trattava le ragazze quasi come un oggetto sessuale, e lei che era fidanzata da sei mesi non si sentiva altro che un giocattolo da montare (letteralmente) quando non riusciva nelle serate in disco a trovare altre prede che gli interessassero, così Margherita escogitò un piano. Una vendetta brutale che 

avrebbe scalfito l’orgoglio di Marco, il suo essere sicuro di sé, il suo modo di fare il galletto con tutte le ragazze che gli interessava scopare. 

Allora Margherita escogita un piano con Angelica, forse l’unica a non essere stata a letto con Marco, le 2 sapevano che Marco con i suoi amici avrebbero organizzato x settembre  una vacanza di 7 gg ad ibiza , quindi approfittano dell’evento   che inizia nelle due ultime settimane di agosto.

Arriva la festa d’estate per eccellenza organizzato dal figlio di un ricco imprenditore della città loro coetaneo, mega villa super moderna posta in collina con diversi ettari di prato verde, una iacuzzi per 10 persone posta accanto alla mega piscina che si affaccia su tutto il panorama, la festa prosegue con alcol musica, erba ed in questa location si svolgerà la vendetta di Margherita. Marco balla, beve e scherza con gli amici e si struscica con le ragazze che ipnotizzate da quel fisico scultoreo che balla a petto nudo e un costume Tommy e hilfigher a pantaloncino corto. Ad un certo punto si avvicina Angelica, anche lei molto attraente con quel bikini disegnato sul suo corpo, capelli lunghi bagnati dopo un bagno in piscina portati all’indietro. Va dritta verso Marco e avvolge le sue braccia sul collo di Marco, con sguardo sensuale cantando la canzone che in quel momento suonava, comincia a strofinarsi, a provocare Marco mordendosi le labbra, si gira e a ritmo di musica avvicina il suo sedere sul pacco Di Marco muovendosi con sensualità. Marco resta un po’ stupito dall’atteggiamento di Angelica, migliore amica della sua ex che sapeva che l’aveva a morte con lui, per questo ha pensato che si è presentata una grande occasione per fargli un ulteriore dispetto, quello di trombarsi la migliore amica di Margherita.

I due continuano con questa affinità fin quando Angelica afferra la mano di Marco ormai arrapatissimo e lo conduce al tavolo dei cocktail.

Angelica prende due bicchieri e realizza due cocktail ma in quello di marco a sua insaputa butta dentro una pillola.

Cin cin, mi raccomando bevilo in fretta perché non voglio aspettare tanto per… Marco intuì le sue intenzioni e bevve il cocktail tutto in un sorso, i due si spostano dietro la villa, isolati dalla confusione della festa, dietro un piccolo boschetto artificiale che arricchiva il giardino della villa, iniziano a baciarsi, a toccarsi, Angelica che è una che ci sa fare nella sua sensualità infila la sua mano dritta dentro il costume di marco facendoglielo venire subito duro e masturbandolo da dentro il costume, ormai ha marco in pugno che comincia anche a stordire per l’effetto della droga e rammolisce come se non avesse più le forze, capisce di sentirsi strano, sarà l’alcol? Sarà perché ha fumato, ma persiste perché vuole scoparsi Angelica.

Quest’ultima si sfila il pezzo di sopra del suo bikini esponendo la sua quarta in faccia a marco, lo sbatte in un tronco d’albero e comincia a fare su e giù strofinando le sue tette su tutto il corpo di marco ormai in estasi, Angelica che aveva ancora il suo costume in mano con i laccetti di esso fa un nodo sul polso di marco, lui ancora non aveva capito nulla, molto stordito e goffo nei suoi movimenti,angelica porta il braccio dietro il tronco e lega l’altro polso, Marco era in un attimo legato al tronco dell’albero con le braccia all’indietro.

Angelica:allora Marco vedo che la cosa ti sta super eccitando?

Marco: da morire, da vieni fammi un bel pomino che sono pieno.

Angelica: mh! Diciamo che ci stavo prendendo gusto ma ho fatto questo per la tua ex.

Marco:ma che cazzo stai dicendo? Slegami subito altrimenti..

Angelica: altrimenti cosa? Non hai nemmeno la forza di stare in piedi per la pillolina che ti ho messo nel cocktail, quindi non mi preoccupo caro marchino.

Ad un certo punto si sente il rumore dei passi e si avvicina lei, Margherita, molto divertita e con aria soddisfatta del piano quasi riuscito.

Margherita :ehi Marchino, volevi scoparti pure angelica vero? Non sei mai contento  di cornificare.

Marco : ehi Guarda un po’, Margherita. Vuoi partecipare anche tu al giochino? 

Margherita: vedo che hai il senso dell’umorismo, non mi sembri nelle condizioni di farlo, voglio solo che ti metti la testolina a posto e la smetti di illuderci. 

Marco: ma smettila, cosa vuoi ancora? Ci siamo lasciati già da un mese, sei ossessionata, non è così di certo che mi riconquisterai, ma potrei ripensarci se vieni e giochuamo in tre. Diceva marco con il sorrisetto.

Margherita e Angelica iniziano a ridere e a guardarsi.

Margherita: vedi Angelica marchino ancora ragiona con il cazzo come tutti gli uomini, non ha capito ancora le nostre intenzioni.

Angelica: Margherita dai, partecipiamo al giochetto di marco ahaha,

Angelica si avvicina a marco che ha un senso di paura e di eccitazione allo stesso tempo. Lo guarda sensualmente, si morde le labbra stando al gioco, bacia sul collo Marco e mette le mani sul suo pacco verificando che cominciava a crescere, dopo un po’ lo bacia, sul petto, i capezzoli,scende fino all’ombelico e si inginocchia di fronte a Marco, lui la guarda dall’alto immobile, legato ormai in delirio per quella che crede una situazione estremamente eccitante, lui, Margherita e angelica, pronto a scoparsi entrambi. Angelica ancora sorride.

Angelica: vediamo un po’  l’arnese di Marchino e se è come mi ha descritto Margherita.

Afferra l’elastico del costume e lo tira giù, lo sfila dalle sue gambe e lo tiene in mano oscillandolo, e sempre in ginocchio guarda stupita la verga di marco, un bel cazzo venato da 20 cm, da vero porno attore, la natura è stata molto cordiale con marco, fisico scultoreo e cazzo perfetto, Angelica avendo questo spettacolo davanti resta sbalordita.

Angelica: complimenti Marco, sei fenomenale, sei d’averti sempre a portata di mano, e  non lo escluderei ahahaha.

Ride guardando margherita anch’essa divertita.

Margherita: ehi marco, vuoi che spompiniamo questo Bell ‘arnese? Vedo che stai già scoppiando.

Marco ancora confuso dalla situazione e debole dalla droga assunta sussurra.

Marco: si si, non posso più trattenermi, per favore slegami che vi monto per bene belle gnocche.

Angelica in ginocchio si alza di botto

Angelica: e no marco, hai capito male ahaha

Margherita mentre smanetta nella borsa dice.

Eh no marco, intendevo che devi essere tu a spompinare ahahah.

Marco non capisce, e confuso pensa che intendessero che marco deve slinguazzare la figa di entrbe. Quando vede Margherita che esce dalla borsa un cazzo di gomma dalle dimensioni smisurate.

Marco:ah allora questa sera vi piace il sesso pesante? Puoi anche togliere quel cazzo finto che il mio vi saprà soddisfare abbastanza,slegatemi e non ve ne pentirete.

Margherita: ehm,no.. Il cazzo è per te Marchino, chi di spada ferisce di spada ferisce.

Marco comincia a preoccuparsi. Legato, senza forze, troppo debole e innoquo addirittura per due donne insieme.

Marco:scusa ma che intendi dire? Togli subito quel coso oppur…

Margherita: oppure cosa? Che fai? Vai alla festa così, perché il costume è qui e numero uno, anzi lo metto nella borsa, e numero due dovresti slegarti e affrontarci,ma noto che sei deboluccio.

Margherita si avvicina a Marco e ancora con aria provocante.

Margherita: bene Marco, adesso farai quello che voglio io, vuoi divertirti? Vedi questo cazzo (lo sbatte in faccia più volte a marco) sarà innoquo se ci soddisferai per bene.

Margherita allarga le gambe e sposta leggermente il costume e con l’altra mano preme la testa verso giu di marco con forza costringendolo a sedersi a terra.

Marco se pur con fatica per le braccia legate sul tronco non si oppone, anzi avendo capito che il fallo di gomma sarà innocquo, avendo visto il gesto di Margherita che ha fatto con il costume pensa ancora che le due volessero divertirsi dirigendo il gioco e ci sta.

Marco: non c’era bisogno di minacciarmi con quel coso, acconsento alle vostre perversioni care.

Margherita mette l’indice sulle labbra di Marco, gioca, le fa baciare e poi lo infila nella bocca di marco, poi fa allargare la sua bocca e con l’altra mano a sua insaputa le infila il fallo in gomma, si allontana e comincia insieme ad angelica a fotografare quella scena surreale. 

Marco con le braccia legate dietro l’albero, seduto tutto nudo sul prato e un  fallo di gomma  in gola. 

Marco non riesce a toglierlo per le dimensioni eccessive del fallo, ma dopo un poco si riavvicina margherita che svista nella borsa ed estrae due corde, le lega rapidamente alle caviglie di marco e le lega in modo che marco tenesse le gambe ben larghe, toglie il fallo dalla bocca di marco e con la punta del fallo gioca con il buco del culo di marco, lo strofina. 

Marco:ma che intenzioni hai? Che cazzo fai troia, ma cosa cazzo ti ho fatto? 

Marco non può alzare troppo la voce, se qualcuno lo sentisse  e si sarebbe avvicinato dalla festa sarebbe la fine. 

Margherita inserisce il fallo di gomma tra le chiappe, ma non lo spinge,lo lascia lì per iniziare un nuovo book, Marco umiliato, deriso, preso in giro! 

Finito le foto Margherita si avvicina, si abbassa e guardando negli occhi marco dice. 

Margherita: vedi alla fine io ed angelica siamo stati clementi, non ti abbiamo nemmeno sverginato ahahaha, abbiamo solo fatto un bel book fotografico che però caro marco avrà il suo prezzo. 

Non provare nemmeno a rubare o prendermi con la forza il cellulare perché già le foto sono su un cloud protetto, e se non farai quello che noi vogliamo possiamo pubblicare queste belle fotine su fb, Instagram o meglio whatsapp nel gruppo liceali,che ne pensi Marco? 

Marco: siete delle luride troie pervertite. Io vi denuncero 

Angelica:senti Margherita? Ci denuncerá, ahaha in un attimo però le foto posso essere pubblicate e chi verrà umiliato poi a scuola, in paese per il bel Marchino super macio che in realtà piace il cazzo e verrà preso per un bel finocchio? 

Margherita: già, le Ragazze a che cadevano ai suoi piedi dopo queste fotine non posso fare altro che ridere e commiserarlo ahaha

Marco: non sarò mai il vostro tappetino brutte stronze

Margherita: ehi ehi marchino, moderiamo il linguaggio, non sei nelle condizioni per poter dettar leggi qui caro mio

Marco: me la pagherete brutte figlie di put.. 

Margherita: ok Angelica possiamo andare alla festa, Marchino non vuole collaborare. Chissà magari quancuno lo potrà vedere, si diffonderà questa voce e si precipiteranno tutti qui a scattare foto, video che gireranno per il web chissà per quanto. 

Marco non aveva scelte, era impaurito e sapeva benissimo che le due non scherzavano affatto, immaginare che il suo orgoglio, la sua immagine che si era costruito da play boy in paese possa essere compromessa se qualcuno lo avrebbe saputo o possa vedere  le immagini scattate da Margherita e angelica. Ancor peggio se quella stessa sera facessero avvicinare la folla per vedere marco così umiliato quella sera. 

Marco: no no no, non andate per favore, ok farò tutto quello che mi chiedete,a per favore slegatemi e ridatemi il costume. Questa sera farò tutto quello che mi viene chiesto. 

Margherita: ahaha visto Angelica, si è convinto Marco… 

Ok ma dobbiamo dettare le regole Caro. 

Adesso noi ti sleghiamo, ti diamo il costume e insieme io e te andiamo nella festa mano nella mano, come una volta, una bellissima coppia affiatata e tu non avrai occhi che per me, il tuo amore di una vita, mah devi sapere una cosa,tutto questo non lo abbiamo fatto per una sera, sbaglio o tra qualche settimana hai prenotato un viaggio con i tuoi amici ad ibiza? 

Marco: e quindi cosa c’entra con questa storia? 

Margherita: certo, é lì che ci divertiremo marco, lontano dai tuoi conoscenti, anche noi abbiamo prenotato ad ibiza proprio per la stessa data, non è fantastico? 

Marco: cosa avete fatto? No no assolutamente, io farò quello che volete questa sera al massimo vi posso concedere un’altro giorno, ma la mia vacanza non voglio che me la rovinate. 

Margherita: ah certo, non vuoi che roviniamo il fatto che per sette giorni puoi fare il galletto con tutte le Turiste e scoparti chi vuoi? Beh non hai scelta, prendere o lasciare. 

Marco sbuffa, è nervoso, suda, ha anche difficoltà a pensare per la posizione umiliate in cui si trova. 

Angelica: Margherita ti avevo detto che sei stata troppo buona con quel cazzo di gomma, dammi che lo convinco io per bene, glie lo infilo dritto per il culo e lo fottero firmando tutto, quello si che sarebbe un bel film di marco che gode con un fallo nel culo che lo tromba. 

Marco sgrana gli occhi, vede angelica avvicinarsi con quel coso, sembra davvero decisa a farlo. 

Marco: ok ok stop, ci sto va bene, slegatemi e finiamola per questa sera, dopo mi spiegate cosa dovrò fare ma finiamola qui. 

Angelica: visto margherita? È stato facile così, gli uomini come lui non piace essere violati ahahah. 

Margherita:ok marco ti sleghiamo, non provare a fare stupidaggini perché sai il materiale che abbiamo. 

I due lo slegano margherita prende il costume e glie lo mette lei come i bambini. 

Angelica recupera la parte superiore del costume e da dentro la maglia lo indossa e va via verso la piscina dove si svolgeva la festa. 

Margherita prende per  mano Marco e anche lei si dirige verso la festa, lei lo spinge quasi contro la sua volontà, lui dietro trascinato da lei. 

Alla festa Margherita si gira abbraccia marco e lo bacia sulle labbra, sorridente poi balla a ritmo di musica, lo abbraccia e avvicinandosi al suo orecchio gli dice di essere più disinvolto e di stare al gioco. Margherita: devi recitare che sei follemente innamorato di me, chiamami amore mio e abbracciami oppure lo sai già.. 

Marco non ha scelta, sorride forzatamente, sa che la sua estate è andata a rotoli, gli amici lo guardano attoniti, le Ragazze guardano invipirite lui e la sua ex Margherita. 

Si avvicina incuriosito Ivan, un amico di Marco. 

Ivan: ehi ciao Margherita, come va? 

Marcherita: bene Ivan, anzi benissimo, Marco ha voluto riprovare e riconquistarmi, stiamo riprovando a ricominciare un’altra avventura d’amore. 

Ivan: ah ok, allora avevo intuito bene vedendovi insieme, beh in bocca a lupo allora, Marco scusami posso chiederti una cosa? 

Gli chiede Ivan portandolo con se sotto braccio appartandosi un po’. 

Ivan: ma che cazzo stai facendo? Ne hai sempre parlato male di questa storia, eri stanco, annoiato da lei e con tutte le strafighe che puoi avere stai ancora con lei? Ma ti senti bene? 

Marco: ehm Ivan vedi è complicato, non posso dirti come stanno andando le cose purtroppo, ma e si cazzo ci stiamo riavvicinando! 

Quasi arrabbiato Marco non sa come spiegare a Ivan quello che sta accadendo, e per non approfondire l’argomento per vergogna e paura lo pianta con queste parole. 

Ivan: bo, fai Come cazzo vuoi, mi sembri strano, ciao e goditi la serata con la tua amichetta. 

Marco si gira verso Margherita che ancora balla e con l’indice fa cenno di avvicinarsi a lei, Marco va pieno di imbarazzo e si abbracciano. La serata prosegue così, non marco e Margherita che fingono di amarsi Come da una vita, con pucci pucci, tesoro e cuoricino mio, queste le parole che gli amici sconvolti da quella situazione e da uno strano marco hanno sotto i loro occhi. 

Sono le 5 del mattino, Margherita chiama Angelica un po’ ubriaca per andare a casa, i tre si allontanano verso l’auto di Marco. 

Margherita: dai marco accompagnaci a casa, passa prima da Angelica e poi lasci me. 

In macchina finisce la scenata, con marco che arrabbiato da quello che sta succedendo, mette il muso con le due, Margherita ancora divertita gli tocca i capelli, le orecchie, gioca con lui. 

Margherita: dai su marco, è stata una serata fantastica, ci siamo divertiti, abbiamo ballato, scherzato, bevuto e tu addirittura drogato ahahaha 

Margherita si gira perche non sentiva più Angelica che era crollata dalla stanchezza. 

Margherita: ops anche angelica si è divertita tanto noto. 

Allora Marchino, tu ti sei divertito? Non siamo un bel trio? 

Marco:si.. 

Margherita:su dai non tenere quel muso, altrimenti te lo faccio passare con questo ahahah 

Uscendo fuori dalla borsa il famoso cazzo di gomma. 

Marco: butta quel coso cazzo, e basta,non sei stanca? 

Margherita: si lo sono ma sono anche entusiasta, non vedo loro di poter passare una Bella vacanza con te e angelica, solo noi tre, mare, discoteca ahh che bello! 

Marco: perché vi è venuto in mente di rovinare la mia estate? , la mia vacanza! 

Margherita: ma no! Quale rovinare, la renderemo ancora più bella, ricca di nuovi emozioni, poi quando ti ricapita più di stare insieme per sette giorni con 2 belle strafighe come noi? Nello stesso appartamento? Senza la fatica di andare a cercare la preda in discoteca? 

Marco si gira verso di lei. 

Marco: quindi vuoi che io faccia il vostro gigolò per sette giorni? 

Margherita: sorprice!! Dai su fermati che faccio scendere angelica. 

Margherita accompagna angelica alla porta di casa sua barcollante e ritorna in auto. 

Margherita: mamma mia che si sarà bevuta? 

Marchino? Ti sarebbe piaciuto trombartela vero? eri ad un passo? 

Marco: beh senz’altro è una bella ragazza, lei stava al gioco e perché no. 

Margherita:, e bravo il maialino, sei un film, il marchino terminator delle donne. 

Marco: sei gelosa? 

Margherita: non più, ormai ti ho in pugno ahahaha 

Marco: mi avrai in pugno per il periodo della vacanza come d’accordo 

Margherita: se ti comporti bene, hai due settimane per farlo prima della vacanza, quello sarà il tuo voto,visto quanto sono brava e clemente? 

Marco:che intendi? 

Margherita: intendo che tra due settimane partiamo, ma devi ricordarti che non puoi mancarmi di rispetto, dopo tutto siamo fidanzati per la gente no? Ci hanno visti tutti questa sera. Quindi la vacanza dipende da te, possiamo essere cattive o dolci. 

Marco mette la freccia e accosta presso la casa di Margherita. 

Marco: siamo arrivati, ci sentiamo su WhatsApp e ci mettiamo d’accordo per partire. 

Margherita si avvicina a marco quasi naso contro naso 

Margherita:ricordati dolci (lo bacia delicatamente) o cattive (afferra con la mano le palle di Marco). 

Marco: ohu, a questo punto non so. 

Margherita: ciao marchino, anzi amore mio ahahaha ci vediamo tra due settimane. 

Continua.. 

 

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.