Leggi qui tutti i racconti erotici di: Juliana_49

Dopo la metro Giuliana la notte si trasformò in una indemoniato mi prosciugo era insaziabile,

la mattina decidemmo di portare le bimbe a un parco giochi fuori Roma la giornata si presento assolata Giuliana sfogio una mini e un top che metteva in risalto il suo fisico,

non fu facile arrivarci dovemmo prendere il treno poi pulman e per arrivare presimo un 🚖 taxi

Giuliana volle salire davanti  teneva le gambe un po’ larghe e il taxista  per cambiare marce strusciava le cosce a mia moglie,

la mini era salita abbastanza per scorgere il pery io dietro facevo finta di guardare fuori,

per fortuna arriviamo a distinzione perché ormai il taxista aveva messo mano sul ginocchio e non so come sarebbe finita

pagai, e lui disse se vuole vi porto io a roma ci possiamo accordare e diete il numero a mia moglie.

Al parco c’era poca gente le bimbe si divertivano molto io scrutavo Giuliana che aprofittava spesso di allontanarsi,

la vedevo che era eccitata di sicuro cercava qualche occasione

in una giostra che era composta da 6 posti mia moglie sali dietro da sola dicendomi stai con le bimbe davanti che anno paura e vogliono la tua sicurezza,

dietro salirono due signori di circa 50 anni che era da un po’ che notavo che si mangiavano mia moglie coi occhi e ci venivano appresso,

lei faceva di  tutto per mostrarsi

la giostra si svolgeva in un contesto totalmente al buio

non so bene cosa successe ma Giuliana convinse il ragazzo della giostra che le bimbe volevano fare più giri

e siccome non c’erano file era initile scendere fare il giro per risalire,

anche i due dietro non scesero Giuliana volle fare giri ne fecimo 2 ogni volta che uscivamo alla luce mi giravo per vedere mia moglie

le bimbe si stufarono e vollero cambiare

Giuliana volle fare altri giri

noi ndiamo in un’alta giostra affianco.

Sara stata la sfortuna ma la giostra di mia moglie si blocco e ci volle un ora per farla uscire

Iuscirono e Giuliana era stravolta sudata affanata, mi presento pasquale e Giuseppe    amore grazie a loro mi anno aiutata a vincere la paura  ho avuto tanta paura

mi bacio 😘 e senti il classico sapore di cazzo i due fecero un sorriso  che capi cosa fosse successo,

amore ci anno invitati a trascorrere una serata al loro locale con musica dal vivo,

gli lasciarono il biglietto da visita, lei li ringrazio, loro grazie a lei signora a stasera,

continuiamo con le giostre sino a chiusura Giuliana

chiamo il taxista partimmo ma trovammo un ingorgo sulgra Anulare,

le bimbe si  addormentarono feci finta di dormire

Con i occhi socchiusi vidi Giuliana allungare una mano il taxista mise uno straccio sulle sue gambe

vidi chiaro il movimento del braccio la troia gli stava facendo una Sega

Giuliana si giro mi chiamo visto che non risposi andò giù sul cazzo del taxista fece due pomate e si rialzo il porco gli era venuto in bocca,

tutto si svolse in un silenzio totale

Arrivò al motel dise il prezzo 100 euri mia moglie disse amore sali con le bimbe ci penso io a saldare

ritorno in stanza dopo un ora aveva una colata di sborra che colava lungo le cosce e una  ai capelli dietro il collo

amore non ha voluto nulla,

io sicuro che non ha voluto nulla,

scoppia mo a ridere sono le 19:00 sento se c’è una beby sitter per le bimbe così possiamo andare al locale

io scesi per sentire lei si fece una doccia tornai su dicendo la babysitter verrà alle 21:00 scesi o per cenare mangiamo una pizza poi aspettiamo che arrivasse la bebysiter.

Lascia un commento