;

Il giorno in cui Antonio perse la verginità con la sorella maggiore cap II

526 0

Erano passate alcune settimane da quando Antonio aveva perso la sua verginità grazie a sua sorella Sabrina, da quel giorno lui non faceva altro che ripensare a quei momenti brevi ma intensi con sua sorella.

Però da quel giorno per quanto entrambi avessero cercato e sperato di avere altri momenti di intimità la presenza in casa della madre aveva reso la cosa impossibile, infatti in quelle settimane la madre aveva avuto dei problemi di salute che l’avevano tenuta in casa.

 Finalmente dopo circa tre settimane la madre torna al lavoro e Antonio era al settimo cielo pensando a ciò che avrebbe potuto fare con la sorella, ma Sabrina aveva il ciclo quindi disse al fratello dovrai accontentarti di un pompino in questi giorni, ma lui non sentiva ragioni voleva farlo nuovamente ad un tratto disse alla sorella dammi il culo, lei gli rispose ma sei matto io non l’ho mai preso nel culo, fa male e lui ribatte ma no dai vedrai non farà male sarà bello come se te lo mettessi in fica ma lei non era convinta ed insisteva  sulla sua posizione, tanto che gli disse come puoi sapere tu se fa male o no se eri vergine fino a l’altro giorno !

 Il fratello spiazzato a quel punto accettò che fosse la sorella a condurre il gioco si rilasso sul letto lei si avvicinò gli apri i pantaloni gli abbasso gli slip e il cazzo di Antonio usci fuori di colpo, tanto che Sabrina pensò che la mazza del fratello fosse spropositata rispetto a quelle degli altri ragazzi che aveva visto.

 Si getto con foga su quel cazzo dritto portandoselo tutto in bocca, slinguettando per bene sulla cappella poi iniziò un movimento sinuoso con la testa facendolo entrare ed uscire dalla bocca continuò cosi per alcuni minuti sin quando senti il cazzo del fratello gonfiarsi e sgonfiarsi all’improvviso scaricandole in gola tutta la sua sborra, in fatti Antonio proprio prima di venire gli mise una mano sulla testa e la spinse verso il basso in modo che la sorella non potesse togliere la bocca dopo il primo schizzo, solo dopo che ebbe finito di schizzare tolse la mano permettendo alla sorella di respirare con la bocca, nel frattempo lei aveva ingoiato tutto e stava leccandosi le labbra.

Andò in bagno e tornando in camera disse al fratello noi due dobbiamo parlare, devi imparare ancora molto ma devi ascoltarmi solo cosi potrai imparare lui annui e lei gli disse la prima cosa che dovrai imparare sarà come ritardare la sborrata, vieni troppo in fretta anche se ne hai tanto e buono lui annui nuovamente e disse ora voglio studiare.

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.