;

Il giorno in cui Antonio perse la verginità con la sorella maggiore

579 0

Questa storia ha come protagonisti fratello e sorella con circa 5 anni di differenza, Antonio 18 anni da poco compiuti e Sabrina 23 anni da compiere, rispettivamente secondo e terzo figlio vivevano con i loro genitori nel milanese, famiglia benestante entrambi i genitori lavoravano ed il loro fratello più grande era all’estero per motivi di studio, quindi erano da sempre abituati a stare in casa soli.

Un giorno Antonio si stava preparando per gli esami di maturità chiese alla sorella Sabrina se lo poteva aiutare con la scelta degli argomenti da portare in esame, lei accetto di buon grado le piaceva prendere in giro il fratello perché aveva problemi con l’inglese e sbagliava sempre la pronuncia.

Lei si reco in camera del fratello così da poter avere a disposizione tutti i libri, mentre guardavano i libri lei aveva una pallina da tennis in mano aveva avuto una frattura alla mano e gli era stato consigliata la pallina per aiutarla nella riabilitazione.  Lei aveva poggiato la pallina sulla scrivania per poter sfogliare meglio il libro e inavvertitamente colpi la pallina che cadde e fini sotto il letto, in quel momento il fratello era andato in bagno e lei avendo terminato di vedere il libro si chino per riprendere la pallina, nel chinarsi vide tra la rete ed il materasso che vi era qualcosa guardo meglio e capi che era una rivista porno, non ci mise molto a capire il perché quella rivista fosse li cosi la prese e cominciò a sfogliarla per accorgersi quasi subito che  molte pagine non si staccavano.

 Nel frattempo il fratello era tornato in camera e aveva notato che la sorella aveva scoperto il suo segreto, arrossi e tornò subito in bagno, tornò in camera dopo una decina di minuti in cui la sorella lo aveva rassicurato che non avrebbe detto nulla ai loro genitori e che non doveva vergognarsi, tornato in camera ripresero il lavoro che avevano interrotto e solo dopo che lo ebbero finito Sabrina inizio a prendere in giro il fratello, dicendogli ma come ancora ti fai le seghe con tutte le ragazze che hai in classe e lui arrossendo nuovamente disse a bassa voce che non sapeva come fare a quel punto Sabrina non resistette e si mise a ridere, poi accarezzandolo dolcemente gli disse stai tranquillo te lo spiego io, guardò l’ora e disse abbiamo ancora tempo prima che torni mamma, si alzo dalla scrivania e si diresse verso il letto, ma prima di sedersi sul letto fece scivolare la tuta che portava per terra e si sfilo anche le mutandine, disse al fratello di avvicinarsi  e di dargli la mano lei prima  gli fece mettere la mano sulla fica pelosa poi gli spiego come avrebbe dovuto mettere il dito e lo invitò ad infilarlo dentro la fica, poi inizio a spiegargli cosa doveva fare e nel frattempo lo fece avvicinare abbastanza da potergli sbottonare i pantaloni e tirargli fuori il cazzo che stava scoppiando dai pantaloni.

Inizio a segarlo delicatamente mentre lui continuava a sditalinarla, poi gli prese il cazzo in bocca ed inizio un pompino lui dopo pochi minuti gli schizzo in bocca, aveva tirato fuori talmente tanta sborra che le colo dalla bocca fin sulla maglietta, lei ingoio il resto e gli disse che era stato favoloso e che non aveva mai visto un ragazzo tirare fuori tutta quella sborra.

 Si ricomposero e andarono in cucina dove pochi minuti dopo li avrebbe raggiunti la madre.

Il giorno dopo Sabrina si sveglio presto si doveva recare all’Università per vedere le date degli esami,quando rientrò a casa trovò il fratello che ancora dormiva si spoglio e si s infilo nel letto insieme a lui, gli mise la mano dentro il pigiama e si accorse che il fratellino non portava gli slip inizio a toccargli il cazzo che in pochi secondi divenne duro, lei cerco senza successo di abbassare il pigiama al fratello e lui si sveglio e l’aiutò, lei scivolo verso il basso del letto con il corpo fino ad avere il cazzo davanti la bocca ed inizio subito con una pompa ma prima che lui potesse sborrare si fermo, lui le chiese perché mai si fosse fermata ma lei senza rispondergli lo scopri completamente e lo aiutò a togliersi completamente il pigiama, poi si sedette sopra il cazzo del fratello facendolo entrare completamente nella sua fica fradicia inizio a muoversi lentamente sul cazzo del fratello godendo come mai aveva fatto fino a quel momento, poi quando sentì che il fratello iniziava ad aumentare il ritmo si alzo e se lo mise tutto in bocca dove lui venne copiosamente, lei dovette faticare per ingoiare tutta quella sborra in una sola volta non era mai successo che non riuscisse ad ingoiare la sborra, tanto che pensò che nonostante le seghe il fratellino fosse molto carico.

 

Per critiche e suggerimenti  giocatore2019@libero.it

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.