Leggi qui tutti i racconti erotici di: giocatore

Paolo e Francesca sono una coppia di fidanzati, si conoscono da sempre abitano nello stesso palazzo nella periferia di Milano, hanno 29 anni lui e 27 lei sono molto affiatatati e si divertono molto anche con il sesso, lo fanno sempre in un appartamento che prendono per l’occasione ad ore e quando lo fanno sesso usano anche di falli di gomma e giocattoli vari.
Un giorno un collega di Paolo gli chiede se era disponibile l’indomani sera per una partita di calcetto lui accetta volentieri era un patito del calcetto ma non riusciva mai a giocare a causa di Francesca che lo reclamava sempre per se quando doveva giocare, quella volta decise di non dirgli nulla cosi che non potesse rompergli le uova nel paniere la sera dopo staccò da lavoro ed andò al campetto dove si doveva svolgere la partita a pochi minuti dalla fine della partita un avversario entro di prepotenza sulla sua caviglia e gli fece male tanto che per arrivare agli spogliatoi ci impiegò un eternità, entrò e molti suoi compagni di squadra stavano andando via, rimase solo con Aldo un ragazzone di 19 anni alto 185 cm che era il portiere della squadra, Paolo si infilo sotto la doccia e vide Aldo che era di spalle che si stava sciacquando quando si giro vide che aveva un pisello grande da moscio era lungo almeno 15 cm, lui con le misure ad occhio ci prendeva, quindi si lavò velocemente e si mise proprio vicino ad Aldo per asciugarsi, con fare disinvolto cominciò ad assumere delle posizioni che mettevano in mostra il suo posteriore bello liscio e tondo, Aldo vedendo quei movimenti non rimase impassibile ed iniziò ad avere un erezione Paolo resosi conto di quello che stava succedendo ad Aldo si girò si mise in ginocchio davanti a lui e iniziò a fargli un pompino, lui non aveva mai fatto una cosa del genere, aveva sempre ricevuto quel trattamento e fino a quel momento mai avrebbe pensato che potesse succedere una cosa simile Aldo si gustò quel pompino senza proferire parola, dopo tre minuti circa esclamo si sborro e mise una mano sulla testa di Paolo per spingergli tutto il suo pisello in bocca emettendo tanta di quella sborra che Paolo fu costretto a sputarne una buona parte per evitare di soffocare poi ripresosi dalla sborrata Aldo si pulì con un asciugamano e Paolo andò al lavandino dove si sciacquo la bocca. Si rivestirono entrambi e Paolo disse ad Aldo perché non mi dai il tuo numero di telefono! Aldo non ci pensò un secondo e gli dettò il suo numero.
Paolo appena salito in auto chiama Francesca e le racconta quello che era successo Francesca prima emise un esclamazione del tipo sei scemo!!! Poi si riprese dallo stupore e gli disse che gli doveva raccontare tutto sin nei minimi particolari, Paolo non si fece pregare e gli raccontò tutto appena ebbe finito di raccontare Francesca gli disse dobbiamo invitarlo uno di questi giorni il portiere pisellone, Paolo gli rispose ci avevo pensato anche io sai, per questo mi son fatto dare il suo numero Francesca esclamo sei un grande. Il giorno dopo Paolo va a lavoro e verso mezzogiorno riceve una telefonata da Francesca che gli chiedeva di organizzare per quella sera con Aldo, Polo gli rispose che doveva sentirlo e che lo avrebbe chiamato dopo il lavoro a quel punto Francesca gli disse se mi dai il numero lo chiamo io Paolo annui e appena ebbero attaccato invio il numero di Aldo a Francesca, lei non perse tempo e lo chiamo gli spiegò in breve chi era e gli chiese se quella sera era disponibile per un incontro a tre dove avrebbe ricevuto altri servizi come quello di Paolo e non solo. Aldo ovviamente sentendo la voce di Francesca che lo invitava non disse di no, e quella sera si fece trovare sotto casa dove passarono a prenderlo Paolo e Francesca, andarono nel loro solito appartamento e appena chiusa la porta dietro di loro Francesca prese Aldo per la mano e lo portò in camera dove li raggiunse subito anche Paolo, Francesca sbottono i pantaloni ad Aldo e li fece scendere fino alle ginocchia, e altrettanto fece con gli slip, prendendo subito in mano il pisello di Aldo che era già duro come il marmo. Paolo vedendo la sua ragazza che iniziava a succhiare si inginocchiò al suo fianco ed iniziò a succhiare insieme a lei, Aldo ci mise pochissimo ad arrivare esplodendo con una sborrata molto copiosa che finì in parte sul viso di entrambi ed in parte in bocca a Francesca che ingoio tutto senza problemi ed assaporandolo disse che aveva un sapore buonissimo, Aldo replico che lei invece aveva una bocca caldissima lei a quel punto si alzo e gli diede un bacio sulle labbra, poi si spoglio e si distese sul letto invitando Aldo a fare altrettanto lui non se lo fece ripetere si tolse i pantaloni e gli slip e si distese al suo fianco con il pisello ancora semi eretto, lei cominciò a baciarlo e prese il suo pisello in mano che raggiunse una nuova erezione in un minuto Paolo nel frattempo si era denudato anche lui e stava leccando la passera di Francesca che aveva raggiunto diversi orgasmi solo al pensiero di esser penetrata da Aldo, mentre la mente di Francesca vagava al pensiero della penetrazione Aldo si mise su di lei e fece scivolare il suo glande tra le grandi labbra della passera fradicia di umori e priva di peluria e trovato il punto giusto lo spinse dentro Francesca emise un gemito di piacere sentendo il pisello di Aldo che entrava subito dopo emise un grido di dolore perché il pisello era molto più consistente di quello di Paolo che non era certo un mini dotato, ma quello che le stava entrando nella vulva era più grande le stava facendo male ma nello stesso tempo stava provando molto piacere, Paolo nel vedere la sua ragazza penetrata dal pisello di Aldo iniziò a segarsi e vedendo che Aldo oramai era dentro di lei con tutta la lunghezza e stava iniziando a pomparla aumentò il rimo della sua mano sborrando sulle natiche di Aldo che subito dopo disse a Francesca che la stava per inondare, lei sentendo queste parole urlo che voleva essere inondata Aldo a quel punto esplose in una sborrata ancora più copiosa della prima tanto che Francesca quando lui si tolse sopra di lei sfilando il suo pisello ormai moscio lei senti un rivolo di liquido tiepido che le scorreva lungo la coscia lo prese con due dita e se le portò in bocca sentendo che era la sborra cha Aldo le aveva eruttato dentro di lei.
Paolo vedendo quel gesto la guardò e le disse che era una golosona lei lo guardo sorrise e disse che anche lui lo era e che voleva che la leccasse ancora, Paolo non se lo fece ripetere si mise con la testa tra le gambe di Francesca con il sedere all’aria, Aldo vedendolo con il sedere rivolto verso l’alto inizio ad avere una nuova erezione e posizionatosi dietro di lui gli apri le natiche si abbassò ed inizio a leccargli il buco del culo, Paolo sentendo la lingua di Aldo che lo leccava inizio a farsi una sega poi si fermo e disse a Francesca di mettersi a pecorina perché voleva scoparla, Francesca obbedì e lui le mise l’uccello dentro ma prima che potesse iniziare a muoversi senti che Aldo stava per penetrarlo lui si irrigidì a tal punto che Paolo non riuscì neanche ad indirizzare la punta quindi iniziò a scopare Francesca venendo dentro di lei in un minuto. Quando ebbe finito Francesca lo fece mettere sul letto sdraiato a pancia sotto, prese dalla borsa una boccetta di vasellina e un vibratore, iniziò a lubrificare il sedere di Paolo prima con il polpastrello poi mise molta vasellina sulla punta del vibratore ed iniziò a spingerlo nel buchetto, piano piano fece entrare la punta per poi spingere fin quando il vibratore non spari quasi per intero dentro l’ano di Paolo lo tenne due tre minuti, poi fece mettere Paolo a pecorina sul letto mentre lei lubrificava l’uccello di Aldo poi sfilo il vibratore e Aldo che era già pronto penetrò Paolo in un sol colpo che sentendosi penetrato da Aldo si inarcò per rilassarsi subito dopo e farsi scopare per la prima volta da un uomo, fino ad allora nel suo culo erano entrati solo falli di gomma mai un vero fallo umano, Aldo pompava velocemente e Paolo si sentiva inebriato da quel movimento rimico poi Francesca disse ad Aldo di fermarsi un secondo lui obbedì e lei con un movimento fulmineo si porto con il corpo sotto Paolo ed iniziò a fargli un pompino Aldo riprese a pompare ne culo di Paolo che stimolato dal pompino e dal pisello di Aldo che venne in un baleno nella bocca di Francesca Aldo diede ancora qualche colpo poi disse che stava venendo anche lui poi emise dei gemiti di piacere segno che aveva sborrato, quando Aldo sfilo il pisello dal culo di Paolo Francesca vide che dal culo del suo fidanzato usciva molta sborra e senti Paolo sospirare dicendo finalmente anche io ho preso un cazzo nel culo.
Francesca sentendo si mise a ridere, e gli disse se avevi voglia potevi dirmelo ti presentavo qualche mio collega carino, Paolo rispose no cara dovevo trovarlo io e come vedi ne ho trovato uno che è bastato ad entrambi, Aldo li guardo e disse veramente c’è ne ancora per entrambi Francesca emise una risata fragorosa e disse su questo non avevo dubbi. Rimasero una decina di minuti stesi sul letto poi Francesca disse ad Aldo se ti vai a dare una lavata te lo succhio ancora, Aldo si alzo ed andò in bagno torno da loro con il pisello pulito e profumato, Francesca iniziò a succhiare e mentre lei succhiava Paolo cominciò a lubrificarle il culo lei pensava che Paolo volesse incularla invece paolo le mise lo stesso vibratore che lei aveva usato per lui quando senti il vibratore capi che quello che sarebbe successo da lì a poco le avrebbe sì fatto provare dolore ma le avrebbe anche dato molto piacere, infatti Paolo disse ad Aldo dai inculala ora è pronta per ricevere il tuo pisello Aldo non se lo fece ripetere si posiziono dietro di lei, si lubrificò il pisello e appena Paolo ebbe sfilò il vibratore lo punto sul suo culetto ancora bello largo spinse in avanti il suo bacino e senti che la punta si faceva strada, appena il glande fu entrato senti il culo di lei che si risucchiava tutto il suo arnese, si fermò un paio di minuti e prima che iniziasse a muoversi senti Paolo dietro di se che gli stava lubrificando il buco del culo sentendo cosa faceva Paolo ed intuendo cosa sarebbe accaduto disse a Francesca il tuo ragazzo è proprio un gran porco, lei rise e gli disse lo so bene poi senti la punta dell’uccello di Paolo che entrava in lui senti dolore ma resistette e si fece penetrare, appena senti che il dolore era passato cominciò a muoversi con il bacino ed in pochi minuti esplose in una di quelle sborrate copiose che mai prima di allora, quando si fermo senti Paolo che aveva iniziato a muoversi dentro di lui e subito dopo si senti inondare da un fiume di sborra calda nel suo culo e Paolo che diceva che aveva goduto. Si gettarono tutti e tre sul letto sfiniti per quanto avevano goduto, poi si guardarono in volto e scoppiarono in una risata comune e si addormentarono.

Per critiche e suggerimenti scrivetemi pure a giocatore2019@libero.it

3
12
Autore Pubblicato il: 21 Gennaio 2022Categorie: Erotici Racconti, Racconti Cuckold, Trio0 Commenti

Lascia un commento

3
12