;

Corrispondenza mail 4

164 0

Ciao amico…sono ancora in città e fa un caldo boia…dovrei andare con mamma in montagna Trentino fra poco quando ha finito alcune cose. Qui un mortorio…non ho voluto annoiarti ma nulla di che …qualche pompino e scopate veloci. Unica cosa un pò diversa sabato sera ma che poi sè risolta in maniera ridicola. Trovato una ai Navigli…la conoscevo poco una della mia scuola…era con due e mi ha chiamata perchè non voleva stare da sola. Monica si chiama…caruccia…mi ha detto che in verità doveva stare con uno ma che poi si era aggregato anche l’amico…beh alla fine siamo finite a casa sua visto che i suoi erano in montagna e lei doveva raggiungerli col fidanzato il giorno dopo. I due 45enni han subito preso l’inziativa…pompa e lingua fra le cosce…a me andava bene un pò di movimento…Monica era una lagna unica…il suo bull mentre si dava da fare continuava a incitarla xchè la sentiva un pezzo di legno mentre vedeva noi che scopavamo con gusto. Il colmo è stato quando ho sentito lei che gli diceva..no no dai non farmela dentro che ho paura…e lui..cazzo troia chiavi peggio di quella troia di mia moglie…poi le ha sborrato in faccia suscitando altre proteste per via dei capelli imbrattati. Poi sè rivolto  a quello con cui avevo chiavato e gli ha detto..dai fammi fottere me con la tua troietta e prenditi quella vacca rompipalle. Dopo qualche preliminare ha capito che ero meglio e cosi è finita che dopo qualche colpo nella fichetta me lo ha messo nel culetto. anche l’altro cercava di inculare Monica…non ti dico il casino…no no mi farai male …sei grosso..sono vergine ancora..al che quella è stata la scintilla per infoiarlo di più…praticamente l’ha sodomizzata di forza..pancia sotto e le forzava le gambe aperte…non ti dico gli strilli..devo dire che anche il mio bull sè eccitato sfogando il vigore nel mio culetto. Monica nel frattempo dopo un pò sè calmata mentre quello continuava a incularla forte. Ha avuto un sussulto quando lui ha goduto scaricandole tutto nel culetto. “Cazzo ci voleva ha detto,  cosi la troietta impara a fare la scassacazzo”…dai Mirko rifatti col suo culo…questi era di nuovo duro dopo che glielo avevo pulito dopo l’inculata e ne ha approfittato…Monica era ancora stesa pancia sotto e cosi usando la sborra che ancora aveva dentro glielo ha ficcato di colpo nell’ano…altro strillo visto che Mirko era più grosso ma sè subito calmata mentre veniva inculata. Mi è dispiaciuto un pò per la troietta cosi quando Mirko sè messo a incularla sul fianco le ho messo la faccia fra le cosce e ho cominciato a leccargliela. Ha goduto subito la troietta…sentivo gli umori che uscivano mentre la mia lingua tittillava sia il suo clito che il cazzo di Mirko che inculava. E’ finita in gloria per lei..un cazzo nel culo , la mia ligua sulla fica e l’altro cazzo in bocca a succhiare. I due porci hanno sborrato assieme cosi sè presa tutta la crema dentro e in gola. Mi domando col fidanzato come farà visto che l’hanno aperta per bene.

Ciao ciao…Laura

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.