;

Il giorno in cui Antonio perse la verginità con la sorella maggiore cap III

526 0

Erano passati quasi due mesi dal giorno in cui lo fecero per la prima volta, Antonio ormai aveva sostenuto gli esami di Maturità e era in attesa dei risultati, una mattina lui stava ancora dormendo quando sente la voce della sorella che gli diceva svegliati ti cercano al telefono è una certa Francesca, lui si alzo ed andò a rispondere era una sua compagna di classe, aveva avuto i risultati e li stava comunicando a gli amici più intimi tutto ad un tratto il silenzio della casa venne interrotto da un urlo di gioia aveva preso uno dei voti più alti della classe la sorella spaventata dall’urlo apri la porta della sua camera per capire cosa stesse succedendo si ritrovo il fratello davanti che stava saltellando e ripeteva ho preso 85.

Lei si congratulo con lui ma gli disse che lei aveva un esame importante l’indomani mattina e quindi avrebbe gradito un po’ di silenzio lui le disse ok sorellona starò zitto,

Il giorno dopo Sabrina tornata a casa dall’Università si dirige verso la camera del fratello, pensava di trovarlo ancora addormentato ma quando si avvicinò alla porta senti la voce del fratello che urlava sborro, si fece indietro e si nascose per vedere cono chi fosse il fratello e vide una ragazza bionda uscire dalla camera e dirigersi in bagno poi senti la voce della ragazza che chiedeva dove fosse il dentifricio Antonio andò in bagno e gli porse il dentifricio le si lavo i denti con un dito poi diede un bacio sulle labbra ad Antonio e gli disse sei fantastico hai un cazzo da paura e tanta sborra, Sabrina dal suo nascondiglio penso il fratellino si sta svegliando poi senti il fratello che diceva alla ragazza la prossima volta te lo voglio mettere nel culo e lei rispondere credo che sia difficile io sono ancora vergine sia davanti che dietro, per il momento dovrai accontentarti dei pompini Sabrina sentendo queste frasi penso il fratellino è proprio fissato con il culo per fortuna che Sandra mi ha spiegato come fare per prenderlo dietro mentre lei rifletteva il fratello aveva accompagnato la ragazza alla porta e appena ebbe chiuso la porta disse a voce alta puoi uscire piano  ne è andata.

Uscita dal nascondiglio Sabrina cominciò a tempestare di domande il fratello che non riusciva a rispondere per quante ne faceva, finché disse stop era Francesca la mia compagna di classe e mi ha fatto un pompino la sorella rispose che lo aveva capito e credendo che lui fosse scarico e non volesse farlo ancora cercò di andare in camera sua ma il fratellino gli disse dove vai io voglio scopare Francesca mi ha fatto venire ma non come fai tu con la tua fica, hai sentito no è ancora vergine da entrambi i lati disse ridendo e Sabrina ridendo gli disse e tu aprila almeno davanti lui le rispose che lo avrebbe fatto ma ci voleva del tempo per convincerla a farsi aprire, giunti in camera di lei il fratello le disse ora basta chiacchierare cosi lei si spogliò velocemente e si mise sul letto a gambe aperte dicendo al fratello devi leccarmela prima di potermi scopare lui annui ma non aveva la minima idea di cosa dovesse fare realmente cosi la sorella lo guidò dicendogli allarga le labbra con le mani ed inizia a leccare lui si chino le allargò le labbra come gli aveva detto la sorella ed incomincio a leccare capi subito il meccanismo ed incomincio a slinguettare il clitolide della sorella che stava gemendo molto dopo alcuni minuti smise di slinguettare si alzo si chino sulla sorella e lo infilo dentro in un solo colpo, iniziarono a muoversi entrambi e in men che non si dica Antonio raggiunse l’orgasmo scaricando tutta la sua sborra nella vagina della sorella finito di sborrare Antonio si ritrasse e la sorella lo rimproverò dicendogli che quello che aveva fatto con lei non lo poteva fare con le altre ragazze, lui ingenuamente chiese perché e Sabrina ridendo gli disse come perché ma sei davvero così ingenuo oppure mi stai prendendo in giro esclamo Sabrina mentre si recava in bagno.

Quando torno nella sua stanza si sedette sul letto e fece fare altrettanto al fratello ed iniziò a spiegargli alcune cose sulle donne, i figli ed i rapporti sessuali gli disse anche che presto gli avrebbe permesso di incularla ma che avrebbe dovuto avere pazienza perché siccome lei era vergine nel culo per lei sarebbe stata una cosa molto dolorosa viste anche le dimensioni del suo cazzo Antonio annui e rispose che avrebbe avuto pazienza  intanto si sarebbe goduta la sua fica e la sua bocca .

Per critiche suggerimenti e consigli potete scrivere a giocatore2019@libero.it

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.