Leggi qui tutti i racconti erotici di: pippo196767

Era un sabato di metà Aprile; io e Grazia eravamo andati a piedi a fare una passeggiata in centro.

Il tempo era clemente e il primo sole iniziava già a dare all’aria un’impronta primaverile.

Usciti da un negozio di jeans, sento una voce di uomo che mi chiama.

Mi giro e riconosco Matteo, un amico di gioventù (anche se lui era più piccolo di me di circa 8-9 anni).

Sorpreso e felice di vederlo, lo saluto entusiasta …era una ventina di anni che non lo vedevo.

Finiti i saluti, gli presento Grazia mia moglie e lui fa altrettanto con Lisa “la sua dolce metà” (come gli piace definirla).

Matteo ha sui 45 anni, alto, fisico atletico, e magro.

Lisa , una bella donna, capelli corti, alta con un bel fisico tonico; indossava un vestitino corto con calze nere e scarpe rosse con mezzo tacco .

Io e Matteo cominciamo con i ricordi ma, visto che le nostre signore si annoiavano, ci promettiamo di ritrovarci io e lui per un aperitivo.

Scambiati i cellulari ci salutiamo ripromettendosi di fare prestissimo un incontro.

La mattina del giorno seguente mi arriva un messaggio da Matteo per ritrovarsi la sera a fare un aperitivo e ricordare i tempi passati.

Gli rispondo che accetto volentieri e fissiamo per le 18 in un bar della zona.

Arrivati all’incontro, ordiniamo un aperitivo e ci accomodiamo ad un tavolo.

Iniziamo con i ricordi di gioventù (lui più di me), gli amici di vecchia data e gli episodi che ci avevano accomunato, addentrandoci poi nelle suggestive confessioni di vita quotidiana e familiare.

Dopo aver parlato del lavoro iniziamo con la vita familiare.

Matteo mi dice che non ha avuto figli, ma la vita sessuale va a gonfie vele ed è molto soddisfacente.

Io replico che ho avuto 2 figlie e la vita sessuale è molto diminuita con il lavoro e le figlie.

Matteo, con la proverbiale schiettezza che lo contraddistingue mi confessa che Grazia è molto appetibile sia per le sue forme sia per dare l’impressione a primo impatto di essere molto chiusa e quindi conclude dicendo : Chissà che porca è a letto e come gode quando prende un cazzo!!!

L’affermazione mi fa rimanere esterrefatto; non avrei immaginato che Matteo vedesse Grazia come una donna da scopare.

Lui vede il mio viso sorpreso ed aggiunge che mia moglie dà l’impressione di essere una santarellina ma al contempo emana sesso da tutti i pori.

Io lo guardo e gli confesso che non mi sarei aspettato questa sua dichiarazione ma, stranamente, era qualche tempo che mi sarebbe piaciuto vedere Grazia corteggiata e scopata in mia presenza da un altro.

Lui capisce il mio stato e coglie l’occasione al balzo dicendomi di organizzare una cena a casa nostra; lui sarebbe venuto con Lisa.

Aggiunge inoltre che ne parlerà a sua moglie cercando di trovare una alleata per riuscire a coinvolgere mia moglie nella serata piccante che aveva in mente.

Io accetto volentieri e gli dico che ne parlerò con Grazia e gli farò sapere quando passeremo la serata tutti insieme.

Tornato a casa ne parlo con Grazia e lei mi risponde che il sabato le nostre figlie non ci sono per il weekend e quindi posiamo organizzare con Matteo e Lisa la cena magari facendoli venire nel primo pomeriggio così da poter instaurare un rapporto di amicizia anche con le donne.

Sono entusiasta e invio immediatamente il messaggio della proposta (con la localizzazione dell’indirizzo) a Matteo che mi risponde con un “Siiiiiii” aggiungendo che ci vediamo verso le 15 e il vino lo portano loro.

Il sabato pomeriggio arriva, la giornata è splendida, il sole inizia a scaldare .

Abbiamo preparato il giardino con sedie e lettini, così possiamo parlare mettendoci comodi.

Matteo e Lisa non si fanno attendere, arrivano puntuali all’appuntamento.

Lui vestito sportivo con jeans e camicia con maglioncino leggero.

Lei fuseaux aderenti (che risaltano il suo bel culo) e camicia bianca appena aperta.

Anche io sono sportivo con jeans e maglietta e Grazia aveva indossato una gonna a vita alta (che arriva al ginocchio) e una camicia di jeans.

Appena entrati, visto la splendida giornata, ci accomodiamo in giardino: io e Matteo sulle sedie, Lisa sulla sdraio e Grazia fa lo stesso dopo aver appoggiato le bibite sul tavolo.

Le due donne cominciano a parlare, Matteo mi sorride e mi sussurra che sua moglie proverà a far sciogliere Grazia per coinvolgerla sessualmente.

Fa molto caldo e Lisa ad un certo momento si alza e dice che si toglie la camicia perché non resiste…. La sbottona lentamente e appena tolta mi accorgo che è senza reggiseno, i capezzoli sono pronunciati e mette in mostra un seno perfetto (sarà una terza). Non contenta abbassa leggermente i fuseaux e lascia intravedere il filo del perizoma.

Grazia la guarda e sembra quasi imbarazzata nel vederla così.

Matteo si rivolge a Grazia dicendole che se vuole può anche lei togliersi la camicia visto il gran caldo e guardandomi chiede cosa ne penso.

Io assecondo la proposta e faccio notare a mia moglie che i vicini non ci vedono (visto la siepe spessa e alta che abbiamo) e se vuole può mettersi anche lei in libertà, magari facendosi aiutare da Lisa.

Grazia mi guarda e con gli occhi cerca di farmi capire che non è d’accordo di questa proposta ma non fa in tempo a dire niente perché Matteo ha ordinato a Lisa di accomodarsi sulla sdraio e di iniziare a sbottonare la camicia a Grazia.

Matteo mi sussurra che Lisa è bisex e non disdegna coccolare le donne.

Con mani decise , Lisa prima accarezza il seno da sopra e lentamente inizia a levare i bottoni e appena finito apre la camicia di mia moglie.

Grazia indossa un reggiseno nero di pizzo trasparente, i capezzoli sono ben evidenziati: Lisa con Grazia ancora sdraiata comincia a palparle le tette e le tira fuori dal reggiseno.

Inizio ad eccitarmi, Matteo lo capisce e dice a Lisa di andare a prendere i regalino che mi aveva portato.

Lisa prende la borsa e tira fuori una minuscola gabbietta con un ramo curvo che termina con un plug in modo da non far fare sesso a chi lo indossa

Riesco a capire a chi sia destinato quel giocattolino.

Nel frattempo Matteo ha preso il posto di Lisa con mia moglie; le ha alzato la schiena per toglierle la camicia ma il reggiseno lo ha lasciato con le tette che sono al di fuori delle coppe.

Gioca con i capezzoli stringendoli fra le dita , Grazia gradisce ed inizia a mordersi il labbro inferiore.

Le mani di Matteo scendono sulle gambe, le fa cambiare la posizione delle stesse e da distese lungo la sdraio le fa piegare cosicchè possa arrotolare la gonna fino al bacino.

Grazia è in balia delle esperte mani dell’uomo e noto con piacere che ha allargato le gambe quasi a dirgli di essere penetrata.

Lisa dalla borsa ha preso un altro plug in metallo con impugnatura fatta a forma di cuore di color rosa che lo passa delicatamente a Matteo.

Lisa si mette dietro a Grazia e le solleva la schiena slacciandole il reggiseno, le tette hanno un sobbalzo.

Matteo la fa alzare, Lisa la prende ed inizia a spogliarla… prima le slaccia la gonna e la fa cadere in terra,
Grazia rimane in mutande e cerca di coprirsi le tette.

Lisa si avvicina al corpo di lei, toglie le mani e le strizza i capezzoli poi con una mano inizia a infilarla dentro le mutande; si gira verso Matteo e dice : E’ già bagnata la troietta!!

Matteo vede che sono eccitato e mi ordina di spogliarmi, lo faccio in maniera rapida togliendo tutto… rimango nudo con il cazzo non più moscio.

L’uomo lascia il plug che aveva in mano e prende la gabbietta, si avvicina a me e ci infila dentro il mio cazzo con l’altra estremita’ che si insinua fra le mele ; la sensazione è eccitante ma devo stare attento a non eccitarmi troppo.

Lisa nel frattempo si è abbassata per togliere le mutande a Grazia e lasciarla completamente nuda, le fa allargare le gambe e con un dito le stuzzica il clitoride per poi passarci la lingua.

Grazia è un lago e questo fa si che Lisa dica a Matteo che adesso è pronta.

Matteo si alza, prende per la mano Grazia e la porta in casa; Lisa fa altrettanto con me.

Entriamo in cucina e appena vede il tavolo Matteo prende Grazia per le spalle , la gira e la fa chinare sul tavolo con le tette che poggiano sul marmo a pecorina.

Grazia ha un lieve brivido… il tavolo fa una reazione di freddo sui capezzoli e dopo un piccolo lamento inizia a dare dei piccoli mugolii che si accentuano quando Lisa si lei.

Matteo dopo aver chinato Grazia le ha allargato le gambe e si è avvicinato tenendo il plug in mano , lo inizia a passare lungo l’interno delle cosce e piano pano tenendolo per la estremità lo infila in fica.

Grazia è ancora più bagnata e l’uomo togliendo il plug dalla fica lo avvicina al forellino del culo e piano piano lo infila dentro.

Vedo mia moglie dimenarsi, non capisco se non vuole o è desiderosa di sentire un cazzo vero tutto dentro.

Matteo insiste e sentendo ansimare capisco che Grazia sta iniziando a venire e anche Lisa lo capisce e vede il marito che si ferma dicendole che deve godere quando dice lui.

Io sono eccitato con il cazzo ingabbiato e il plug che inizia a far strada nel solco del culo…mi devo controllare.

Matteo alza Grazia, che si sente le gambe molli, e la guida verso la camera ….con Lisa che mi prende il cazzo con la gabbietta in mano e li seguiamo.

Arrivati in camera da letto, la prima cosa che viene fatta da Matteo è dirmi di accomodarmi sulla poltrona che abbiamo nell’angolo della stanza.

Lo guardo e obbedisco, pensando che devo sedermi delicatamente altrimenti mi infilo l’estremità del plug nel culo.

Lisa prende Grazia e la fa accomodare sul letto, la inizia a preparare ad esser penetrata….le tocca le tette e le allarga le gambe… mia moglie è un lago; Lisa le sposta le gambe e gliele mette in terra così da rimanere con la schiena sul letto e le gambe penzoloni.

Si avvicina Matteo, sposta Lisa, si abbassa e con il plug in mano inizia a passarlo sulle labbra della fica e piano piano lo fa insinuare ancora più giù fino a stuzzicare il forellino del culo.

Io mi sto eccitando e il cazzo tira ma anche il plug si avvicina sempre più all’entrata del mio culo.

Matteo ha posato il plug le sue mani esperte cercano il clitoride, è molto pronunciato, si abbassa con la testa e con la lingua inizia a penetrare Grazia , lecca il clitoride e poi gli dà un piccolo morso che fa sussultare Grazia.

Lisa si è avvicinata a me e sta iniziando a toccarmi il viso , mi infila un dito in bocca e poi mi stuzzica i capezzoli.

Grazia è n preda all’orgasmo e alla lingua di Matteo, la guardo e vedo una donna che sta godendo sentendosi scopare da un altro uomo in mia presenza.

Ad un certo punto, con gli occhi ancora pieni di emozioni, Grazia guarda Lisa e le dice (fra un gemito ed un altro):
“Sali sopra a mio marito e fai in modo che venga impalato dal plug così capisce cosa proviamo noi quando lo facciamo!”

Matteo a quel comando alza la testa mi guarda e sogghigna…la situazione è nelle sue mani proprio come la immaginava.

Lisa si avvicina, inizia a stuzzicare le palle e il cazzo dentro la gabbietta inizia a tirare, il plug lo sento ancora più vicino all’entrata del culo.

Vedo Grazia che mi guarda, i suoi occhi sono in estasi, Matteo la sta leccando e la fa godere come non le capitava da molto.

Lisa si avvicina ancora di più , allarga le gambe e con forza si butta su di me, il plug inizia a deflorarmi il culo, sento che è entrato quasi tutto; Lisa si sta muovendo, ho il cazzo che scoppia e il culo che soffre. La situazione è affascinante ma anche dolorosa.

Matteo smette di leccare la fica, si alza, Grazia rimane a gambe larghe, con gli occhi che fissano il soffitto; si mette una mano in fica, è fradicia cerca di asciugarsi gli umori ma non riesce.

Matteo guarda Lisa, le dice di alzarsi che può bastare; si avvicina, alza anche me e vedendomi sofferente mi alza, toglie la gabbietta e sento che piano piano esce il plug.

Mi sento libero e noto che ho il culo che mi brucia e il cazzo che mi gocciola.

Si sposta sul letto, alza Grazia ancora inebriata dagli orgasmi avuti con la lingua dell’uomo.

Tocca a lui sdraiarsi, si masturba per farsi indurire il cazzo; Grazia pensa che tocca a lei salire e farsi impalare ma Matteo chiama sua moglie Lisa.

Grazia si sposta e fa posto a Lisa che sale sul letto e si mette sopra a Matteo e lui che la aspetta con il cazzo duro in mano.

Si infila tutto il cazzo del marito in fica, prende Grazia per la mano e la fa mettere vicino a lei, mentre cavalca il marito il suo viso si gira verso mia moglie e la inizia a baciare e toccare.

Grazia rimane un po’ sorpresa ma presa dal momento contraccambia le effusioni e iniziano a baciarsi appassionatamente.

In tutto questo io sono in piedi a cazzo ritto che mi sto masturbando.

Vedo la scena e sto per scoppiare, Lisa sta godendo è a bocca aperta mentre Grazia continua a passare la sua lingua sulle labbra.

Matteo si interrompe capendo che Lisa è venuta, si alza prende Grazia la fa mettere a quattro zampe sul letto rivolta con il viso verso di me.

Lisa si alza e toccandosi la fica prende i suoi umori e avvicinandosi me li fa leccare.

Grazia guarda la scena, si morde le labbra, vede Lisa che mette la sua mano sul mio cazzo che ha la cappella rossissima.

Sente Matteo che inizia a mettere un dito in fica e guardandomi dice:
“Senti come è troia tua moglie è bastato un dito per farla bagnare, ora guarda come la scopo!”

A quelle parole e alla mano di Lisa non resisto e sborro talmente tanto che i primi fiotti di sperma finiscono sul letto vicino a Grazia.

Matteo con le dita umide degli umori di Grazia si bagna il cazzo, si avvicina a lei la prende per i capelli e infila il suo membro tutto dentro in un colpo solo.

Mia moglie rimane a bocca aperta e poi inizia a ansimare sotto il ritmo di Matteo.

Lisa sta asciugando il mio cazzo con la mano e non contenta ne prende un po’ e la inizia a passare sulle labbra infilandomi un dito dentro la bocca perché gusti il sapore del mio sperma.

Vedo che Matteo le fa cambiare posizione e la mette sdraiata a letto e con le gambe piegate e aperte e infila dentro il cazzo.

Sento Grazia che , mai successo prima, inizia a urlare e a dire che non ce la fa più deve venire e in quel preciso momento Matteo esce e Grazia inizia a squirtare.

Rimango esterrefatto, non gli era mai successo e anche Grazia è sorpresa ma non riesce a dire niente e per di più non riesce a smettere… vedo le sue gambe tremare e appena inizia a smettere Matteo si rimette sopra.

Grazia è sudata vedo il suo corpo bagnato, le sue gambe da distese iniziano a sollevarsi e cingono la vita di Matteo e lo stringono.

Lui non smette anzi la penetra ancora con più violenza fino a quando non vedo che sta per venire, esce e si avvicina alla bocca aperta di mia moglie.

Si avvicina anche Lisa e la sborrata non tarda ad arrivare … i primi fiotti sono violenti nella bocca di grazia che cerca piano piano di trattenere tutto in bocca ma non riesce e le cala dalla bocca un po’ di sperma.

Lisa vedendo lo sperma che esce ci passa un dito, si alza, raccoglie il mix di umori dalla fica di Grazia e si avvicina a me dicendomi di aprire la bocca; infila tutto nella mia bocca e dopo poco avvicina le sue labbra
alle mie e mi bacia.

I nostri corpi si abbandonarono tutti e quattro nel letto e la stanza era piena di profumi e odori sessuali che avevano scatenato quel pomeriggio di coinvolgimento a cui non avevamo potuto resistere.

Per scambiare opinioni e chat scrivere a:
email: pippo196767@yahoo.com
Skype: PippoPippo (live:pippo196767_1)

13
1
Autore Pubblicato il: 13 Agosto 2022Categorie: Racconti Cuckold, Racconti di Dominazione, Racconti Erotici0 Commenti

Lascia un commento

13
1