Fame di quel gioco

Il mio corpo era impressionato e turbato da innumerevoli scosse simili all’elettricità, nel tempo in cui godevo sotto i colpi di quell’oggetto di plastica e sotto le carezze della tua lingua. Io ho continuato a baciarti ancora fino a quando ...

Di |2019-12-16T14:20:47+01:0028 Luglio 2016|Racconti Erotici Etero|
Torna in cima