;

La serata di Mario ed Anna

576 0

Mario ed Anna sono sposati da dieci anni, la loro è una storia normale sono una coppia semplice hanno un figlio di 5 anni e sono abbastanza felici, ma da un po’ di tempo il loro matrimonio tra le lenzuola non va più come dovrebbe Anna è una donna pudica oltre a Mario non ha mai avuto rapporti con altri uomini, Mario invece ha avuto altre donne prima di Anna ed avendo più esperienza, vorrebbe avere rapporti migliori e leggermente più spinti.

Mario era sinceramente preoccupato di questo ma non sa come risolvere il problema un giorno navigando in rete legge la pubblicità di un locale dove fanno scambio di coppia, ne parla alla moglie per vedere cosa ne pensi, lei reagisce male e gli dice che lui è pazzo ma siccome anche lei aveva notato quella tensione tra le lenzuola comincia a rimuginare sulla proposta del marito, dopo alcuni giorni di riflessione una sera al letto lei dice al marito sai quella proposta che mi hai fatto qualche sera fa, lui chiede quale quella del locale, lei annuisce dicendo vi ho riflettuto e forse si possiamo farci una capatina ma senza fare nulla solo vedere come funziona  e  dopo aver visto decidiamo lui annui e disse va bene, quella sera dopo aver parlato fecero l’amore la classica posizione del missionario goderono entrambi ma come al solito non dissero nulla per Anna gridare mentre godeva era una cosa inconcepibile era talmente pudica che  non aveva mai permesso al marito di leccarle la fica.

Passano alcune settimane e una sera Mario dice ad Anna sarà per questo sabato alle 22 si entra nel locale, Anna viene presa alla sprovvista non ci stava pensando più nella sua testa iniziano a correre mille pensieri poi Mario le dice ti ho preso l’appuntamento dal parrucchiere per sabato pomeriggio, Anna a quel punto dice ma no sabato questo no dai il bimbo dove lo portiamo Mario le risponde che aveva pensato a tutto il bimbo lo avrebbe portato dai genitori di lei in fondo erano i nonni e lo vedevano così poco, Anna a quel punto si convinse, arrivò il sabato e Anna verso le 19 tornò a casa era stata dal parrucchiere ed era una gran fica nonostante indossasse abiti normali aveva dei capelli ricci lunghi che gli scendevano dietro la schiena, gli occhiali che solitamente la facevano apparire leggermente più brutta di quello che effettivamente era le davano un tocco di classe, Mario vedendo la moglie cosi si fece coraggio cominciò a baciarla sul viso, sul collo con la lingua si intrufolo nelle sue orecchie e comincio a sussurrarle che era stupenda che non l’aveva mai vista così in tiro Anna cercò senza convinzione di opporre resistenza al marito ma lui ormai era irrefrenabile la fece girare, le fece poggiare le mani sul piano cottura le alzo la gonna e abbassò le mutande  per la prima volta stava per scopare sua moglie in una posizione diversa dal classico missionario, si sbottono i pantaloni tirò fuori il cazzo e senza pensarci lo portò alla fica e spinse Anna si inarcò leggermente e cominciò a gemere come non aveva mai fatto fino ad allora, lui con le mani le prese i seni e cominciò a strizzarle i capezzoli lei a quel punto emise dei gemiti più intensi si sentiva che stava godendo mentre la stava scopando Mario senti sulle sue gambe degli schizzi caldi e capi che lei aveva goduto veramente tanto da squirtare sentendo che lei aveva goduto cosi anche lui venne e le grido siii sborro amore te la riempio, una vota terminato si baciarono ancora e si ricomposero e finirono di prepararsi per la serata.

Arrivati al locale vennero accolti da una ragazza prorompente che li accompagnò al tavolo, il locale era poco illuminato i tavoli distanti tra loro e divisi da dei separé ogni tanto si vedeva un uomo o una donna che passavano trai tavoli guardando a destra e a sinistra, dopo una mezzoretta che erano entrati si avvicina al tavolo un uomo maturo e chiede se poteva sedersi Mario guardò la moglie ed annui, lui si sedette e si presentò si chiamava Franco Anna era in imbarazzo ma fece finta di nulla e visto che il marito si era presentato porse la mano a Franco dicendo piacere Anna pensando che la stringesse invece lui avvicino alle sue labbra e la sfiorò delicatamente Anna a quel gesto senti un brivido che le correva dietro la schiena, si senti anche leggermente eccitata parlarono per tutta la serata, verso l’una di notte Franco propose di andare a casa sua per continuare la serata Mario si girò verso la moglie per capire cosa volesse, lei lo guardò con uno sguardo che non aveva mai visto sembrava presa da un incantesimo eppure Franco non era un uomo bellissimo, si aveva una voce suadente aveva i capelli grigi ed era grande ma aveva anche un po’ di pancia cadente insomma era un uomo che aveva avuto tempi migliori ma Anna era rimasta affascinata.

Arrivati a casa di Franco lui li fece accomodate in salotto, era un salotto molto ampio con un divano che girava su due pareti ed aveva delle penisole ampie Franco offri subito da bere ad entrambi ma mentre Mario prese un bicchiere di spumante Anna si accontento di un bicchiere d’acqua fresco, si sedettero e cominciarono a parlare Franco alla destra di Anna e Mario alla sua sinistra, dopo circa dieci minuti di conversazione Franco mise una mano sul ginocchio di Anna lei era imbarazzatissima ma nello stesso tempo non voleva deludere ne Mario ne Franco, cosi lo lasciò fare Franco vedendo che lei restava immobile si spostò con la mano fin sulla coscia Anna iniziò ad arrossire, ma Franco con la sua voce suadente le disse che non doveva arrossire gli disse che era una bella donna  che gli sarebbe piaciuto poterla vedere meglio, Anna arrossiva sempre più ma Franco continuava con la sua voce suadente ed anche il marito aveva iniziato a toccarle la coscia poi Mario le disse dai fagli vedere cosa ti ho comperato per questa serata, lei a quel puntosi alzò si fece sbottonare il vestito dal marito e lo lascò cadere in terra, mettendo in mostra le calze a rete un reggicalze ed un paio di mutandine di pizzo nere da cui si intravedeva tutta la peluria della fica.

Franco a quel punto non resistette la prese e la fece sedere sul divano, inizio a slacciare il reggicalze non appena ebbe finito le sfilo le mutandine e si tuffò con la faccia tra la fica di Anna inizio a leccarla intensamente, Anna era paralizzata non sapeva cosa fare Mario dal canto suo era arrapatissimo vedere sua moglie con le gambe large la fica al vento ed un altro uomo che le stava facendo quello che lui non era mai riuscito a fare lo faceva eccitare in modo spaventoso, Mario a quel punto girò dietro il divano e disse ad Anna di staccare le spalle dalla spalliera cosi da slacciare il reggiseno, lei lo fece senza dire nulla e lui le sbottono il reggiseno lasciando all’aria quei due seni prosperosi, si riportò davanti alla moglie si spoglio e si mise in ginocchio al suo fianco iniziando a succhiarle i seni, poi si alzo e portò il suo cazzo davanti alla sua bocca e lei un po’ indispettita provò a scansarlo, ma Franco che aveva visto la scena smise di leccarla si alzo si sbottono i pantaloni e fece uscire dagli slip un po’ ingialliti la sua verga di almeno 25 cm di lunghezza poi mise la mano dietro la testa di Anna e le spinse in bocca il suo cazzo dicendole visto che non succhi quello di tuo marito almeno succhia il mio, Mario era sempre più arrapato  fece un cenno a Franco che si sposto portando Anna in ginocchio su una parte del divano in modo che desse le spalle a Mario che posizionatosi dietro la moglie gli sbatte il cazzo nella fica abbondantemente lubrificata da Franco che esclamo hai una bocca caldissima sei una brava pompinara si continua cosi che mi fai venire sentendo queste parole Anna provo a tirarsi indietro con la testa ma Franco le aveva messo un a mano dietro la testa e le spinse giù la faccia fino a che non lo avesse preso tutto in bocca Mario a quel punto urlo sborro e Franco fece altrettanto dicendole si ingoialo tutto quello che esce Anna non era abituata ad avere un cazzo in bocca tantomeno a farsi sborrare in bocca quindi fece un po’ di fatica ad ingoiarlo tutto,

Si distesero tutti e tre e Franco baciando Anna in bocca gli disse sei stata fantastica, mentre Mario guardava sua moglie che si era trasformata in una donna che non aveva conosciuto sino ad allora, Anna guardando Franco disse hai un cazzo fantastico è almeno il doppio del suo indicando Mario e Franco gli rispose si il mio cazzo è grande e tra un po’ te lo darò nuovamente Anna a queste parole gli si avvicinò e gli bacio la cappella poi rivolgendosi al marito gli disse grazie per avermi proposto questa serata si sta rivelando una serata magnifica.

Passarono una decina di minuti poi Franco disse ad Anna dai mettiti in ginocchio come prima Anna non se lo fece ripetere due volte si mise in ginocchio dando mostrando a Franco il suo culo poderoso Franco a quella visione non ci penso un secondo prese il suo cazzo e lo punto sulla fica di Anna che sobbalzo al suo ingresso, lo aveva veramente grosso, fu solo un attimo perché subito dopo inizio a muoversi in modo sinuoso con il bacino cosa che non aveva fatto prima mentre il marito la stava scopando, Mario vedeva tutto ed a questo ennesimo colpo di scena da parte di sua moglie si eccitò nuovamente e si porto con il cazzo davanti alla faccia della moglie per farglielo prendere in bocca ma Anna cerco di scansarlo nuovamente allora Franco fece un gesto a Mario indicandogli di spingerle la testa da dietro Mario segui il suggerimento e spinse il suo cazzo fin dentro la gola di Anna che stava ansimando e gemendo per il piacere che provava con il cazzo di Franco in fica comincio un movimento sul cazzo del marito che le esplose in gola nel giro di pochi minuti Mario non era riuscito a trattenere la sborrata per l’eccitazione che aveva sentire la bocca e la lingua della moglie sulla propria cappella era stato troppo ed era venuto subito, mentre Franco da canto suo continuava a fotterla e lei dopo aver ingoiato tutta la sborra del marito aveva ricominciato a gemere dal piacere, Franco si fermo le sfilò il cazzo dalla fica e le disse di alzarsi lei senza dir nulla sia alzo e quando vide Franco che prendeva il suo posto capi subito che avrebbe dovuto sedersi su quella nerchia ed infilarselo da sola nella fica, ma non si spavento si sedette sul cazzo di Franco senza esitazione orami aveva la figa ben larga il cazzo era stato dentro di lei per più di dieci minuti e lui vedendola cosi gli disse sei proprio una gran troia, lei annui senza dire nulla stava saltando sul cazzo di quello sconosciuto edera felice stava godendo come non aveva mai fatto in vita sua saltello su quel cazzone per altri dieci minuti finché non senti Franco che urlava si ti riempio la fica troiona lei a quel punto squirtò proprio come aveva fatto la sera prima con il marito che la stava prendendo in cucina Franco sentendosi il suoi umori caldi sulle palle disse a Mario tua moglie è proprio una di quelle trioie che si incontrano una sola volta nella vita poi rivolgendosi ad Anna le disse e non offenderti devi prenderlo come un complimento stasera stai godendo come non avevi mai goduto lei rispose che era vero e che la colpa era solo sua perché non aveva mai assecondato il marito per paura di esser giudicata, a quel punto Mario le se avvicino e le diede un bacio in bocca dicendole che lui non l’avrebbe mai giudicata per come si comportava al letto.

Si distesero e si riposarono un po’, poi Franco andò in cucina e torno con del pane degli affettati e del formaggio, si rifocillarono e fu a quel punto che Franco prese Anna per i fianchi la posizionò nuovamente a Pecorina e disse a Mario comincia a leccarle il culo, Mario ubbidì e mentre Franco spariva in una camera lui iniziò a lubrificarle il buco del culo poi vide Franco che tornava ed aveva degli oggetti in mano riconobbe un cazzo finto lungo ma non troppo grande a quel punto Franco fece spostare Mario ed iniziò a spargere crema sul buco del culo di Anna oi gli infilò il dito medio ben lubrificato nel culo ei si inarcò perché era vergine nel culo e gli stava facendo male ma poi una volta entrato con il dito Franco si fermo e lei anche si calmo una volta che il dolore si era placato Franco estrasse il dito lubrificò per bene la punta del cazzo finto e cominciò a penetrarla con calma e con perizia lei si lamentava ed un po’ cercava di dimenarsi ma nello stesso tempo stava al gioco sapeva che sarebbe stato doloroso ma voleva sentire il cazzone di Franco dentro il suo sfintere impiegò cinque minuti Franco ad infilarle tutto il cazzo finto nel culo, lo lascio dentro per due minuti e poi lo sfilo per lubrificarlo e reinfilarglielo nuovamente tutto nel culo mentre faceva questo fece un gesto a Mario che si avvicino a lui Franco gli disse ad un orecchio di lubrificarsi il cazzo per bene Mario esegui e quando fu pronto Franco sfilo il cazzo di gomma dal culo di Anna e Mario subito infilò il suo cazzo che era più corto ma sicuramente più tozzo di quello di gomma Anna si inarco e disse siete due bastardi mi state spaccando tutta Mario che si era fermato per far passare il dolore le disse sì ti stiamo spaccando e ti piace farti spaccare il culo grande porca lei che sino a quel momento non aveva mai nemmeno lontanamente immaginato che una cosa del genere le potesse dar piacere disse al marito sbattimi per bene e sbrigati a sborrare voglio sentire il cazzo di Franco dentro il mio culo Mario ascoltando quelle parole della moglie ci impiegò pochissimo a sborrarle nel culo, si sfilo e Franco che era già pronto prese subito il suo posto infilandole il suo cazzone di 25 cm ben dentro il culo e nonostante lei fosse aperta ed il cazzo ben lubrificato lei urlo dal dolore e disse nuovamente bastardi ora mi avete proprio spaccata Franco si fermo per alcuni minuti in modo che il dolore si placasse quando vide che Anna Iniziava a muovere il bacino per sentirlo meglio e senti la mano di lei che toccava le sue palle e controllava quanto cazzo fosse ancora fuori dal culo iniziò spingere avanti e indietro e Mario vedendo che la moglie lo stava prendendo nel culo si arrapò per l’ennesima volta a quel punto Franco che era un gran  porco e sapeva come muovere Anna la sollevò permettendo a Mario di scivolare sotto di lei, una volta che Mario si era posizionato disse ad Anna di prendere il cazzo del marito e di metterselo dentro la fica Anna non se lo fece ripetere si posiziono il cazzo del marito sulla fice e fece in modo che lui iniziasse a scoparla cosi ne stava prendendo due contemporaneamente ma quello che le stava dando più piacere era quel cazzo di 25 cm dentro il culo il cazzo di un uomo conosciuto solo poche ore prima andarono avanti ancora una decina di minuti quando sia Mario che Franco urlarono che la stavano riempendo nuovamente, lei squirto per l’ennesima volta in una sera poi senti che il cazzo di Franco le usciva pian piano dal culo lei si girò e lo prese nuovamente in bocca e con la lingua lo pulì, si gettarono sul divano e si addormentarono tutti e tre sfiniti, Anna prima di addormentarsi si girò verso il marito e gli disse grazie per aver proposto questa serata, poi si giro verso Franco e gli disse grazie per avermi sbattuta così bene e si addormentò. 

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.