Leggi qui tutti i racconti erotici di: giocatore

Passarono alcune settimane senza che il capo le dicesse più nulla oltre le solite battutine leggermente più pungenti, una sera quando tutti erano andati via e stava uscendo anche lei il capo la invita a casa dicendogli che sul letto si stava più comodi che nel locale.
Lei accettò ben volentieri, la prima esperienza per lei era stata molto interessante voleva provare ancora quelle emozioni intense, arrivati a casa lui la porta subito in camera e gli mostra il lettone uno di quelli antichi alti, e vede che alla spalliera del letto vi erano due paia di manette, lei gli chiede a cosa servono quelle e lui le risponde lo vedrai tranquilla comincia a spogliarti intanto, lei obbedisce senza dire nulla, appena lei ebbe finito di spogliarsi le disse di stendersi sul letto posizionandosi al centro lei esegui ed una volta stesa lui le prese un braccio e le mise la manetta poi prese il secondo braccio e le mise la manetta anche all’altro una volta fatto ciò le ordinò di allargare le gambe cose che lei fece immediatamente, poi denudatosi anche lui si tuffò a capofitto con la testa tra le sue gambe ed iniziò un lavorò di lingua lei dopo alcuni colpi di lingua inizio ad inarcarsi per il piacere cercando di farsi leccare meglio, a quel punto lui le disse ora capisci il perché delle manette, se avevi le mani libere mi avresti spinto la testa e non mi piace farmi spingere la testa la lingua va dove decido di mandarla. Detto questo si rituffò tra le sue gambe e ricominciò a leccarle la fica poi alzò nuovamente la testa e le disse la prossima volta devi avere meno peluria hai troppi peli devi dargli una sistemata, lei annui e disse farò come vuoi lui si rimise nuovamente a leccare erano ormai più di dieci minuti che le leccava la fica si alzò nuovamente con la testa e guardandola in volto disse lo vuoi vero cagnetta vuoi sentirlo dentro di te lei annui e lui le disse che avrebbe dovuto meritarselo quindi si alzo, la aiuto a sollevarsi sino a farla sedere sul letto poi si posizionò davanti a lei e le mise il cazzo in bocca dicendole succhia dai meritati questo cazzo nella fica fammi vedere come lo succhi lei iniziò dei movimenti con la testa e lui inizio a muovere il bacino facendole entrare il cazzo tutto in bocca.
Lui non ci impego molto a riempirle la bocca di sborra e spingendo il suo cazzo tutto dentro al bocca di lei la costrinse ad ingoiare tutto quello che era fuoriuscito dal suo cazzo, le sfilo i cazzo dalla bocca le tolse le manette e la fece distendere nuovamente a gambe larghe stendendosi su di lei con il cazzo ancora dritto la penetrò senza troppi problemi, lei mentre lo sbocchinava aveva avuto diversi orgasmi e le sua fica era molto bagnata, lui iniziò a pomparla con foga e dopo una decina di minuti che la stava scopando le chiese dove voleva che sborrasse, lei senza pensarci neanche un secondo disse voglio che mi riempi la fica mi piace sentire la sborra che esce dal tuo cazzo e sale dentro di me sentendo queste parole lui diete altri due tre colpi e le urlo si ti riempio troietta scarico nella sua fica una quantità di sborra che sembrava non finire mai, quando sfilo il cazzo aveva ancora qualche goccia che gli colava dal glande lei si avvicino al cazzo e tirata fuori la lingua lo pulì per bene lui la guardò e le disse sei una troietta fantastica,

4
2

Lascia un commento

4
2