Leggi qui tutti i racconti erotici di: Alexhole

Mi chiamo Francesca, sono vicina ai 40 anni e sono single da un paio d’anni.
La mia ultima relazione con il mio ex partner è finita perché i numerosi litigi e le mancanze di attenzione mi avevano fatto realizzare che l’unico sentimento che ci legava era il risentimento.
Avevo perso sicurezza in me stessa durante la relazione e il suo ostacolare le mie amicizie me le ha conseguentemente fatte perdere.
Lui si era dimostrato un uomo molto egoista nella vita e anche nel sesso.
Non si preoccupava se io non provavo piacere, lui pensava solo a sé stesso.
Dopo qualche mese di frequentazione, ho accettato di farmi penetrare analmente viste le sue pressanti e continue insistenze.
Non mi faceva rilassare e aveva fretta di mettermelo dietro, così le prime volte fu davvero doloroso fare entrare quel grosso pene nel mio buco.
Quel bastardo sembrava provare piacere nel sentirmi piagnucolare e nel supplicare di fare piano, me lo ficcava tutto dentro in pochi istanti e pensava solo a godere per sé.
Dopo diverse volte, il mio sfintere si era allenato e lo faceva entrare agevolmente, ma senza preliminari ed eccitazione per me non era niente di granche’ piacevole.
Alcune volte davanti alla TV se lo tirava fuori mi faceva mettere in ginocchio e me lo ficcava dentro, il mio culo oramai si apriva subito…credo che lui si eccitasse di più quando mi lamentavo e gli chiedevo di fare piano, ci metteva anche di più e mi diceva “Sei sfondata…sento meno troia.”
Perdendo lui non ho perso niente, ora però devo ripartire mettendo me stessa al centro. Passeggiando con la testa in cui si affollavano tutti questi pensieri, mi ritrovai davanti la vetrina di una agenzia viaggi.
L’idea di una vacanza mi ridesto’ l’animo e senza pensare decisi di entrare. Mentre aspettavo il mio turno guardai i vari poster di località turistiche e pensai che una vacanza era quello che ci voleva.
La ragazza della agenzia, una volta che fu il mio turno mi trasmise tranquillità e sicurezza, mi fece alcune domande e mi propose come soluzione valida un villaggio turistico sul mare in Grecia, in cui lei era stata l’anno scorso e di cui mi fece vedere alcune bellissime foto scattate da lei dal suo cellulare.
Mi spiego’ che con la formula allinclusive erano incluse anche tre escursioni in barca, che era tutto molto organizzato, c ‘era animazione valida e che la sera si poteva ballare in due discoteche. Aggiunse poi “Per una vacanza lontana dallo stress e per divertirsi è l’ideale, da soli, in coppia o con amici.”
Quando disse “per divertirsi” mi guardo’ con fare ammiccante e proferendo quelle parole in maniera molto scandita.
Nel giro di cinque minuti avevo già firmato e pagato, mi sentivo bene.
Uscii dalla vetrina con tutto il materiale cartaceo in mano e mi ritrovai carina e sorridente specchiandomi in una vetrina.
Il giorno in cui mi imbarcai ero un po’ tesa, essendo sola avevo un po’ quella angoscia di avere scordato qualcosa o addirittura di avere sbagliato traghetto.
Mentre ricontrollavo di avere documenti, i programmi e gli orari per la vacanza, mi immaginavo quello che avrei trovato in Grecia, scoprii che diverse persone stavano per andare nella mia stessa struttura. Decisi che potevo rilassarmi e che andava tutto bene, mentre mi stavo per appisolare vidi due giovani ragazze sedute poco distanti, scambiarsi un bacio sulle labbra mentre guardavano dépliant sulla Grecia e si guardavano sorridendo.
Chiusi gli occhi e pensai ad un episodio della mia giovinezza, nella mia prima vacanza senza genitori e fidanzato, in un campeggio con la mia all’epoca squadra di pallavolo. Eravamo lì per una serie di partite che avremmo affrontato in quelle due settimane. Che energia e che gioia che avevo dentro il cuore cosa avrei pagato per ritrovare un po’ di quell’entusiasmo.
Una di quelle sere, prima di cena ero a fare doccia nelle docce comuni, grandi e pulitissime del campeggio. Mentre mi godevo l’acqua che mi scorreva sulla pelle sentii chiamare il mio nome e di fare in fretta. Era Giovanna, volontaria e appassionata di pallavolo, una trentacinquenne all’epoca, aiutante della mia allenatrice, che ci accompagnava e ci seguiva come squadra. Dopo pochi istanti dice “Allora entro così impari a metterci tanto” e me la trovai nel box doccia rimanendoci di stucco.
Mi disse mentre si toglieva il costume come se niente fosse “Che fai con il costume, lavatelo che ti lavi meglio.”
Così facendo prese il docciaschiuma, se ne versò una quantità esagerata addosso e come se fosse normale , mi insapono’ le spalle e la schiena poi io mi girai e lei mi abbraccio’ strofinando il suo petto contro il mio lasciandomi insaponata fingendo una lotta e facendo un verso strano e buffo…io risi mi ritrovai le sie mani dappertutto e anche io credo di ricordare di averle insaponato le tette e anche il culo.
Fissai per qualche istante la sua folta ma curata peluria scura, mentre lei si accasciava e mi abbassava il costume scoprendo la mia, che era bionda e rada.
Restò alcuni istanti a pochi centimetri con il viso dal mio pube poi mi ritrovai con una gamba appoggiata sulla sua spalla e con la sua bocca che mi baciava tra le gambe.
Non lo avevo mai provato, dopo pochi secondi sentii un piacere diffuso e la eccitazione crescere.
Sentivo che dalla mia passerina usciva liquido che rendeva ancora più piacevole il cunnilingus che stavo ricevendo.
Ebbi il mio primo orgasmo non da autoerotismo.
Scossa da quel godimento e con gli occhi chiusi, la sentii rimettersi in piedi e sentii le sue labbra bagnate dal mio piacere sulle mie.

Riaprii gli occhi e mi ritrovai la coppia di ragazze che mi guardava le gambe, appisolandomi le avevo lasciate un po’ aperte e senzadubbio si vedevano le slip.
Mi guardarono con fare malizioso e io sorrisi, facendo capire che mi aveva fatto piacere che mi avessero guardato.
Mi alzai, allibita dal mio comportamento, poi mi sedetti in bagno e mi masturbai pensando di fare amore con quelle due ragazze sconosciute.
Venni, soffocando un urlo e leccandomi le mie dita che mi avevano fatto godere.

Dite nei commenti se vi è piaciuto e se volete che le ragazze incontrino Giovanna nel villaggio in Grecia.

15
5

Lascia un commento

15
5