Leggi qui tutti i racconti erotici di: virtualmente

Nuova storia.
In PALESTRA

Giovedì mattina vado in palestra.
Quando entro sento la musica e vedo che hanno messo su un poco di musica.
Mi cambio e entro in sala. Nella sala piccola è partito un corso e mentre cammino ti vedo che fi riscaldamento.
Ci salutiamo con gli occhi e continuiamo come se niente fosse.

Finisce il corso, tu ti attardi in sala a mettere a posto il tappetino mentre io entro.
Ci salutiamo come se non ci sentissimo da tempo. Intanto la saletta si svuota.
Quando restiamo oli ti prendo per una mano e ti porto vicino alla porta.

– stai ferma qui, non possono vedere e io controllo che non entra nessuno
– che vuoi fare?
– non hai capito?
– non mi va così.
-ok, scusa. Forse è meglio che andiamo

Mi giro ma non ti muovi.
Forse ho capito.

Ti prendo e ti metto alla porta.

-guarda tu se arriva qualcuno
-ma che fai, c’è troppa gente in palestra
-non c’è nessuno, stanno tutti negli spogliatoi

ti abbasso il pantalone e la mutandina e ti comincio a massaggiare la fica.
Sei appoggiata alla porta che guardi fuori mentre inarchi il culo verso di me.
Continuo a massaggiarti e subito ti bagni.

-allora non è vero che non volevi
-Siii, ma è pericoloso.

Ti allargo la fica bagnatissima e ci infilo 3 dita dentro e comincio a fare su e giù violentemente. Ti sento ansimare.

-scopami ora, mettimi il tuo cazzo dentro.
-no, lo sai che non ho il preservativo

continuo con forza, sento che tremi, le gambe si muovono mentre gemi piano per non farti sentire.
Un attimo dopo sento la tua fica esplodermi sulle mani mentre ansimi.

Ci alziamo e ti risistemi mentre fuori cominciano ad arrivare persone in sala.

-tu non vuoi venire?
-si ma come facciamo?
-non mi vuoi scopare?
me lo chiedi prendendomi il cazzo da sopra al pantaloncino

-Eppure è bello in tiro.
-Lo so e mi va ma lo sai che non riesco a scopare
-sisi, me lo hai già detto, e allora?

mentre parli continui a guardare fuori. Hai infilato la mano nel pantaloncino e me lo hai tirato fuori.

-facciamo cambio.

mi sposto sulla porta mentre tu ti inginocchi e cominci a succhiarmelo.
sento la tua bocca calda che me lo avvolge. E’ fantastico.
Mentre lo succhi lo massaggi forte e sento salire il calore dalle palle ma prima dell’esplosione ti fermi.

-non in bocca
-lo so, vieni qui.

ti alzo la maglia e ti metto il cazzo sotto il reggiseno da palestra. Hai le tette sudate per la palestra e il cazzo scivola dento che è un piacere.
Mentre ti scopo tra le tette ti infilo due dita in bocca, me le succhi seguendo il ritmo della spagnola.
Ci vuole pochissimo e sento che sto per esplodere

-sto per venire
-dai vieni
-ma si sporca il reggiseno
-ero già sudata. sborra tutto

lo dici mentre stringi le tette intorno al cazzo. Sento tutto il calore delle tue mammelle sudate. Esplodo e vedo fiotti di sborra schizzarti addosso.

ci risistemiamo, ti asciughi con la maglia.

-interessante questo corso in palestra vero?
-si, molto interessante ma potrebbe migliorare

usciamo come se niente fosse e mentre tu vai negli spogliatoi io riprendo i miei esercizi.

4
1
Autore Pubblicato il: 23 Settembre 2021Categorie: Racconti Erotici, Racconti Erotici Etero, Voyeur0 Commenti

Lascia un commento

4
1