;

La mia estate perfetta – Cap.3

210 1

Dopo l’inaspettata nottata con Letizia torno nel letto, e dopo aver baciato dolcemente Caterina sulle labbra riesco finalmente ad addormentarmi. La mattina dopo mi sveglio con una sensazione inebriante e inaspettata. Mi sento eccitato e per di più sento dei suoni gutturali. Cazzo qualcuno mi sta facendo un pompino sotto le coperte, guardo a destra e poi a sinistra e vedo che Caterina non c’è. Automaticamente vado a pensare che sia lei quella che ha deciso di regalarmi questo dolce risveglio, perciò vado indietro con la schiena e con le mani inizio a gettarle il ritmo. Cazzo se succhia bene, molto meglio di ieri sera prima della nottata con Letizia. Il pompino è fatto bene, lecca bene le palle mentre mi sega il cazzo. Poi si fionda con la lingua sulla cappella, e sento che gioca con il mio prepuzio. La sensazione è davvero pazzesca ed è di una che vorrebbe staccarmi il cazzo se potesse. Io sono prossimo all’orgasmo quando a un tratto la porta della camera si apre, e entra Caterina dicendomi: “Ah ti sei svegliato finalmente”. Io non so cosa risponderle, nella mia testa lei sarebbe dovuta essere sotto le coperte, e invece no è li davanti a parlarmi. Ma allora chi cazzo c’è sotto le coperte? Le rispondo: “Sì sì, ma non scendo ancora”. Il mio amore aggiunge “In realtà sono venuta a dirti che non so dove sia Camilla”…sentendo quelle parole, la bocca che è sulla mia cazzo accelera. Vuole farmi venire chiunque sia lì sotto, ma collegando l’accelarata proprio in corrispondenza del nome Camilla, i dubbi ormai sono pochi. Io sono prossimo all’orgasmo e Caterina lo nota e quindi prende la palla al balzo e mi dice: “Ma cazzo se ti stavi facendo una sega potevi anche dirmelo, o chiedermi di aiutarti…”. Mi ha spiazzato, come uscirne ora senza causare un casino colossale tra le due ragazze? Per pararmi il culo le rispondo: “Mi sono svegliato con il cazzo in tiro, tu non c’eri e mi sono detto mah si dai…”. Camilla sotto le coperte nel mentre non smette con il suo fantastico lavoro con le labbra alternato alla mano e alle succhiate alle palle. Caterina capendo la situazione mi lascia chiudendo la porta e uscendo dalla stanza aggiunge “Va beh ti lascio finire ma almeno spero tu stia pensando a noi ieri sera”. Appena la porta si richiude, io tiro su le coperte. E dico “Ma sei impazzita? Cosa ti dice il cervello Cami?”. Camilla risponde “L’hai capito subito che fossi io?”. Io ormai sono più arrabbiato che eccitato, e le inizio a dire con voce alterata. “Inizialmente pensavo fosse Caterina, ma quando è entrata ho capito che è stata una tua idea. Ma Camilla non farlo mai più cazzo”. Lei si sente in colpa e con un filo di voce “Pensavo ti sarebbe piaciuto…”. Io abbracciandola le sussurro “Scusami, mi è piaciuto tantissimo, ma è che ho avuto paura che Caterina potesse scoprirti”.
Lei si fionda su di me e mi dice “Beh adesso è andata via, sarà giù in piscina a prendere il sole. Abbiamo tempo”. E inizia a baciarmi. Io capisco cosa vuole, ma non so se sia il momento adatto. E le dico “Cami non così, l’abbiamo aspettato per anni. Non facciamolo così in fretta e furia…” Lei non ne vuole sentire e dice “Con Caterina non ti sei fatto di questi problemi…”. Capisco dove vuole arrivare, me la vuole far pagare per aver nominato prima Caterina. “Ah la metti giù così?” Le dico mentre le bacio il collo e inizio a farle solletico. Lei mi prega di smetterla e capisce anche che non è questa la situazione e il momento adatto per noi due. Perciò decidiamo insieme di ricomporci e di scendere a distanza di 5 minuti l’uno dall’altra per non destare sospetti. Una volta sceso trovo effettivamente Caterina a bordo piscina a prendere il sole, mentre Letizia è indaffarata in cucina a preparare la colazione per tutti. Dopo pochi minuti scende anche Camilla, e entrambe le sue amiche le chiedono dove fosse sparita questa mattina perché non l’hanno trovata per più di un’ora. Lei allora si inventa su due piedi di essere andata a fare una passeggiata lungo il mare e di essere andata poi a fare la doccia mentre le due ragazze sono scese. Storia abbastanza plausibile e credibile. Detto ciò ci sediamo al tavolo tutti e 4, e dobbiamo decidere cosa combinare in questa terza giornata di vacanza. Le opzioni sono diverse, andare di nuovo in spiaggia, visitare una città li vicino con un bel centro storico oppure rimanere a casa e organizzare una giornata in piscina. Dopo svariate discussioni decidiamo di rimanere a casa a organizzare una giornata in piscina. Io decido anche di mettere su un barbecue e nel mentre le ragazze prendono il sole. Sono una più bella dell’altra, Caterina indossa un costume rosso che mette in risalto il suo fisico perfetto, Camilla porta un costume con la parte sopra zebrato a strisce nere e marroni, e sotto un perizoma nero. Mentre Letizia un costume intero nero che le calza a pennello. Sono 3 ragazze stupende, e io ho una tresca con ognuna di queste. Le ragazze iniziano a ridere e a scherzare tra di loro, e a un tratto sento però dei passi avvicinarsi. Mi giro e vedo Letizia che mi guarda e senza farsi sentire dalle altre mi dice “Stanotte sei stato fantastico. Non ho più praticamente dormito.” Io non so cosa risponderle, se non un banalissimo “Grazie” e poi aggiungo “Sei bellissima così lo sai vero?”. Sentendosi apprezzata mi si avvicina ulteriormente e mi prende le mani e se le mette sul culo “E di questo cosa dici?” mi chiede lei. “Che è fantastico ma che è anche pericoloso fare così davanti alle altre 2. Non vorrai mica che ci scoprano vero?”. Incurante delle mie parole si fa ancora più vicino e afferra il mio cazzo da fuori il costume e mi dice “Non vedo l’ora di sentirlo dentro di me” e se ne va. Io sono senza parole e per fortuna le altre due non si sono accorte di niente. Letizia torna dalle altre due e Io posso finalmente dedicarmi in pace alla griglia e al nostro pranzo mentre le ragazze continuano a parlottare e a rilassarsi. Passano le ore in modo tranquillo mangiamo, puliamo e finalmente anche io posso rilassarmi con un bel tuffo in piscina. Vedo le altre 3 che si aggiungono a me e allora propongo una bella sfida 2vs2 a pallavolo. Si arriva alle meglio delle 5, e per ciascun set perso la squadra può far fare una penitenza agli altri e chi vince decide cosa si fa in serata. Le coppie vengono presto fatte, Letizia e Caterina contro me e Camilla. La partita inizia e il primo set ce lo aggiudichiamo Io e la mia compagna di squadra. E la penitenza per le altre due è quella di doversi baciare tra di loro. Sono entrambe molto titubanti e esitano un po’ ma alla fine iniziano a baciarsi. Un bacio non troppo innocente ma nemmeno uno da strapparsi i vestiti dall’eccitazione. Staccatesi l’una dall’altra si può riprendere. Durante il secondo set Camilla risulta essere un po’ troppo nervosa e commette qualche errore di troppo che le altre due capitalizzano al massimo portando il risultato sull’1-1. Ora tocca a loro a decidere la nostra penitenza. Dopo circa 2 minuti di consultazione Letizia esclama “Luka dovrai giocare completamente nudo e tu Camilla ti togli il pezzo sopra.” Ho capito la loro tattica, vogliono farmi distrarre con le curve stratosferiche di Camilla e rendere anche la cosa visibile a tutte, ma io non ho intenzione di perdere. Entrambi ci denudiamo ma inaspettatamente Camilla mi si avvicina e quasi sfidando le altre due con lo sguardo mi bacia e mi dice facendosi sentire dalle altre “Toglimi il pezzo sotto del costume.” Io non esito neanche per un secondo e le tolgo anche l’altro pezzo del costume. Ora siamo 1-1 e noi 2 siamo completamente nudi. Inizia il terzo set, ed effettivamente giocare con Camilla nuda che salta a destra e a sinistra mostrando tutto quel ben di dio non è per nulla facile, ma nonostante le difficoltà riusciamo a portare a casa il terzo set. Dopo un paio di minuti di consultazioni e discussioni esclamo “Dato che vi piace il gioco sporco, che ne dite di togliervi il costume e di mandare una foto di voi 2 insieme a un ragazzo della vostra rubrica?”. Entrambe rimangono senza parole, non erano pronte e tanto ma non si tirano indietro e realizzano quanto detto. Si tolgono il reggiseno del costume, si mettono in una posa da perdere la testa. Dopo neanche 5 secondi sento il suono di una notifica proveniente dal mio telefono e capisco immediatamente cosa hanno combinato le due ragazze. Loro scoppiano a ridere e Letizia dice “Non avevi specificato che a te non potessimo mandarla e poi non credo che ti dispiaccia anzi.” Dopo il siparietto divertente si riprende a giocare con noi in vantaggio. La situazione è molto delicata e siamo sul filo del rasoio, Letizia si ricorda di aver giocato per anni a buoni livelli a pallavolo e sfodera qualche asso nella manica e permette alle due di pareggiare. Siamo sul 2 a 2, si deciderà tutto al quinto e decisivo set. Ma prima della sfida finale ovviamente noi dobbiamo pagare pegno. Siamo entrambi mezzi nudi, e nervosi perché non sappiamo ancora cosa ci accadrà. Passano 2/3 minuti e Caterina prende parola dopo essersi consultata con la sua compagna di divertimento. “Dato che l’altra volta noi eravamo lontane quando è successo quello che è successo tra voi. Perché non replicate ma facendoci ammirare lo show da distanza ravvicinata?”. Camilla visivamente alterata dice “Quindi volete che gli succhi il cazzo davanti a voi?”, la risposta non si fa attendere molto “Esatto…”. Lei allora accetta la sfida, da vera professionista si lega i capelli dietro e guardandomi diretto negli occhi mi dice “Goditelo per bene perché farò impazzire te e loro dalla gelosia.” Io mi siedo sul bordo della piscina aspettando lei che piano piano si avvicina e ammiccando alle altre 2 dice di avvicinarsi per vedere meglio. Entrambe accettano l’invito e mentre si avvicinano Camilla inizia lentamente a prendermi il cazzo in mano e a segarlo lentamente fino a quando non diventa completamente duro. Alterna in un modo sublime le velocità e la sua mano sembra nata per soddisfarmi, appena il mio cazzo diventa pronto e svetta nella sua completa durezza lei inizia a leccarlo partendo dalle mie palle, e va su lentamente per farmi godere ogni singolo istante della sua risalita. Fa avanti così per circa 2 minuti nei quali sento di impazzire, e approfitto per guardare anche le espressioni delle altre due ragazze che sono estasiate dal lavoro che stanno vedendo ma noto anche un pizzico di gelosia per non essere loro al posto di Camilla, oppure al posto direttamente mio per ricevere un lavoro di lingua così perfetto. Dopo quei 2 minuti di lavoro preciso e perfetto di lingua, inizia finalmente il pompino vero e proprio, Camilla inizia a prendermi il cazzo completamente in bocca e mi fa sentire come in paradiso. È una pompinara nata, e si capisce che adora succhiare i cazzi e io preso dalla foga e dalla situazione le prendo in mano la coda e le detto il ritmo con il quale deve succhiarmelo. Le parole mi escono in modo naturale “Mmm succhiamelo bene troia, fai capire alle altre due chi è la miglior pompinara qui”. Lei si stacca un attimo dal mio cazzo che continua però a segare e guardandomi dritto negli occhi mi dice “Sì, io sono la tua troia e adoro succhiartelo. Sono la migliore a fare pompini”. E si rifionda sul mio cazzo che ormai è in completo controllo suo. Caterina e Letizia non ci credono a quanto stanno vedendo, sono allibite. Non si aspettavano così tanta porcaggine da parte di Camilla. Io e lei ormai ce ne freghiamo delle altre due, io sono completamente eccitato e lo faccio notare a lei dicendole “Cazzo sono in un altro mondo adesso. Ti voglio Cami, ti voglio scopare.” Lei pure lo vuole, lo vedo nei suoi occhi ma purtroppo non siamo soli e lei me lo fa notare, per questo motivo continua a succhiare il mio cazzo in modo assatanato fino a quando non vedo che pure le altre due si sono pericolosamente avvicinate a noi, neanche il tempo di dire qualcosa che Letizia si unisce a Camilla mentre Caterina inizia a baciarmi…

1 commento

  1. Complimenti, aspetto con ansia i prossimi capitoli!!!

Lascia un commento

I racconti erotici di Milù DEVI ESSERE MAGGIORENNE PER POTER ACCEDERE A QUESTO SITO.