i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy Video Chat | Gay Cam | Messenger - NEW |

[ - ] Stampante
Indice
- Text Size +

Quanno sento che fori trona, 
drento casa me rinchiudo, 
poi te guardo, si proprio bbona, 
e in un attimo sò nudo. 

M'avvicino a te fremente 
te stropiccio 'n pò 'na tetta: 
"Su, nun esse deficiente, 
mica c'è tutta 'sta fretta". 

Nun te sento e te strapazzo, 
le mie mani sò dù piovre, 
me s'arizza pure er cazzo 
e te struscio pe' ogni ddove. 

Mò te strizzo 'n pò er sedere, 
tu che sbuffi e te lamenti, 
daje su, famme vedere 
che sì nno t'affonno i denti. 

Tu ‘o sai che nun m'arenno, 
io sò forte sano e bello, 
nun è mica che lo venno, 
'o regalo 'sto pisello. 

Mò te sento ammorbidita, 
finarmente ‘n pò più porca, 
te l'allargo co' 'e dita 
l'apertura da' 'a sorca. 

Si t'abbranco nun te mollo, 
tu sospiri ora eccitata; 
mò te succhio pure er collo, 
pe' arrivà a' la scopata.

Stretti, stretti, arrotolati, 
or saran quasi du' ore 
che scopamo abbraccicati, 
perchè questo è er vero amore !!