i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

[ - ] Stampante Capitolo or Storia
Indice
- Text Size +
Note:
Questo è il secondo dei racconti della serie:
50 Sfumature di Giulia

Antologia di racconti dedicati alla (e ispirati dalla) mia amata Giulia.
Sapendo gia che 50 sfumature non sono sufficienti a descriverti!

Note dell'autore:
CAPITOLO 1: Ore 06:45

Ti svegli da sola, Io sono già andato al lavoro.
Potresti dormire ancora un po', ma la mia assenza disturba il tuo sonno.
Ti alzi e cominci a prepararti. Sul comò trovi una scatola con su un biglietto.
[Oggi pranziamo assieme, appuntamento alle 12 al solito ristorante]
Ti mette subito di buon umore, lo giri,
[Mi raccomando, indossa tutto quello che trovi nella scatola; e anche se ti ecciti non ti devi masturbare!]

La apri con la tua solita curiosità, ma il contenuto ti lascia sgomenta.
Delle mutande di pizzo e tulle; un collant nero velato con la riga, un proteggislip singolo e un ovetto vaginale gigante. Tutti nuovi e impacchettati.
L'ovetto è l'unica cosa che ha un senso, ma il resto?
Tu sei abituata ad avere la passera al vento; e sai che la cosa mi eccita.
I collant proprio non li sopporti; è da quando hai scoperto le autoreggenti che non ne prendi in mano uno.
Il proteggislip poi...
...non è quel periodo del mese!
« Come cazzo te lo sei procurato un assorbente? » pensi; Intimo te ne regalo spesso, ma quello proprio non mi ci vedi a comprarlo.
Stai per mandarmi a quel paese con un SMS, ma la curiosità ha il sopravvento.
In fondo i miei giochi erotici ti fanno impazzire, è per questo che mi ami.

Ti infili l'ovetto ancor prima di fare la doccia, adori sentirti riempita.
Quando ti svegli hai voglia di cazzo, ma Io parto quasi sempre prima del tuo risveglio; per questo tieni un fallo con ventosa attaccato in bagno.
Ti ho proibito di masturbarti e, del resto, la passera è già stimolata; per cui stamattina decidi di farti il culetto.
Sotto un bella doccia calda cominci a stantuffarti.
Il fallo attraverso quel sottile lembo di carne che separa lo sfintere dalla vulva fa pressione sull'ovetto; e questo a sua volta ti stimola il punto G.
Questo è quello che si chiama una doccia rilassante, la cosa ti rende ben disposta a sperimentare l'intimo che ha trovato nella scatola.

Tiri fuori dal cassetto un reggiseno a balconcino coordinato con le mutande e ti vesti con una camicetta bianca un po' trasparente, il tuo tailleur panna con la gonna in pelle a metà coscia, e le tue decolté tacco 12.
Bastano pochi minuti e già ti senti a disagio per l'inabituale bardatura; il tuo basso ventre grida libertà. Solo le sensazioni che ti dona l'ovetto ti distraggono.
Così decidi di mettere in borsetta le tue fidate autoreggenti, e te ne vai al lavoro.

CONTINUA...
La giornata è appena cominciata!

Note finali:
Sono bene accetti commenti, critiche e suggerimenti; che potete inviarmi attraverso l’apposito Form.