i racconti di Milu
racconti erotici per adulti

| Sexy Video Chat | Gay Cam | Messenger - NEW |

[ - ] Stampante
Indice
- Text Size +
La spiaggia era deserta.

Roberta guardava il mare senza essere disturbata.

Lucio era al suo fianco, disteso e nudo si godeva il sole di quel caldo mattino.

Due figure si muovevano, avvicinandosi silenziose e sinuose.

Due ragazze: una mora, l’altra bionda, che passeggiavano .

Lucio le vide per primo, un miraggio che appariva all’orizzonte.

Roberta si sorprese di vedere qualcuno in quel paradiso fino a quel momento solitario

Inizialmente provò un senso di fastidio, il suo spazio era stato invaso, poi al fastidio si sostituì la curiosità.

Lucio si ricordò di essere nudo e cercò di coprirsi con l’asciugamano giallo, sul quale era disteso.

Le due ragazze erano ormai vicinissime e Roberta le guardava, sempre più interessata.

Decise di attirare la loro attenzione, magari guardare il mare in tre, poteva essere più divertente.

Lucio si sorprese per la reazione di Roberta, e sentì uno strano imbarazzo!

Le due ragazze si chiamavano Ester e Belem, ed erano spagnole.

Ester passando di fronte alla coppia, sorrise a Roberta, che la stava guardando insistentemente.

Roberta ricambiò il sorriso..nello stesso istante, Belem non vedendo il piede di Lucio, nascosto dalla sabbia, inciampò cadendo a terra

Lucio si alzò per soccorrerla mostrando, senza pensarci la sua nudità.

Belem si ritrovò così, tra le braccia di uno sconosciuto, senza sentire disagio anzi la situazione la divertiva, in qualche modo, nonostante il lieve dolore al piede, causato dall’improvvisa caduta.

Scusami disse Belem con un esotico accento straniero.

Non ti preoccupare rispose Lucio sentendo il calore degli occhi di Belem, sul suo sesso Belem guardava Lucio sempre più intensamente

Il ragazzo dopo un primo imbarazzo, cominciò a sentirsi lusingato e si accorse che si stava eccitando.

Roberta, capì cosa stava accadendo e sentì il bisogno di sentirsi partecipe

Iniziò, allora, ad accarezzare il pene di Lucio, mentre Belem si distese al fianco del suo partner.

Ester allora decise di aiutare Roberta e cominciò a baciare tutta la superficie del corpo di Lucio.

Il sole bruciava su quei corpi che cominciavano a confondersi tra la sabbia ed il mare

Lucio raggiunse presto l’erezione era diverso tempo che non penetrava un’altra donna, diversa da Roberta. Voleva però, provare il piacere di sentire quella ragazza, caduta per caso ai suoi piedi Guardò intensamente Roberta, che gli diede un tacito consenso. Lucio allora, mentre Ester continuava a baciarlo, cominciò a penetrare Belem.

La ragazza, giunta all’apice del proprio piacere, iniziò a gridare.

Le sue urla si diffondevano nell’aria torrida, sbattendo sulle onde di un mare di cui nessuno avrebbe potuto vedere il fondo..

Roberta ora, era divenuta tacita spettatrice di quella battaglia, in cui il suo partner era l’unico soldato, al cospetto di due amazzoni, desiderose semplicemente di provare un nuovo ed insolito sesso.

Ester ora richiedeva una maggiore attenzione da parte di Lucio, che si sentiva come un bambino nel Paese delle Meraviglie, stordito da tutte quelle forme sinuose, forti odori e stimoli

Roberta osservava, senza parlare, era la prima volta che viveva una simile situazione.

Provava un lieve disagio, misto ad una profonda curiosità.

Si sentiva persa e nello stesso tempo nuova stava realizzando una delle sue più frequenti fantasie!

I fantasmi divenivano realtà una sensazione nuova, che la faceva sentire diversa.

Pensò un istante, a cosa sarebbe successo dopo