Ode alla vigilessa

Note dell'autore: lungi da me offendere il corpo di polizia locale e la dignità della donna, con il componimento che segue cerco di mettere in versi l'equivoco tra un automobilista eccitato ed una procace vigilessa. Per insulti, critiche, idee etc potete scrivere a raccontidienea (chiocciola) gmail.com Cent'euro m'hai detto agitando dei verbali il libretto "ok, monta" ti dissi diretto coll'occhi persi sul tuo petto credendo fosse il tariffario di un amore folle e mercenario.

Di |2021-09-28T09:05:43+02:0028 Settembre 2021|Lirica erotica|

La padrona visita le prigioni

Oggi vi intrattengo con un sogno. Nulla di più. Un’immagine breve, magari da continuare se vi piace. Slacciatevi, mettetevi comodi e seguitemi . Scendo lentamente le scale di pietra che portano ai sotterranei. La luce e’ molto bassa, ma si sente bene il rumore dei miei tacchi. I miei lunghi stivali neri, alti fino alle ginocchia e lucidati per l’occasione. Lentamente scendo un gradino dopo l’altro, mentre il freddo mi produce una tonica pelle d’oca sulla pelle nuda. Sulle mie spalle, sulla mia schiena nuda, sulle mie gambe lunghe e abbronzate. Scendo ancora qualche gradino, e sento i miei capelli [...]

Di |2021-08-09T13:03:14+02:009 Agosto 2021|Lirica erotica, Racconti Erotici, Sensazioni|

Mia adorata

Un atto d'amore tra marito e moglie nell'intimo della loro alcova. Chi non vorrebbe che l'amore sensuale, carnale in una coppia d'amanti potesse durare per sempre così... all'infinito. Invece nella vita.... E nella vostra? Nel vostro rapporto di coppia, marito moglie; fidanzato fidanzata; amanti o semplice avventura di un giorno? Ecco riflettete un poco Voi. Io non posso più... è tardi Buona notte

Di |2019-12-16T14:20:12+01:002 Settembre 2019|Lirica erotica|
Torna in cima